Chiesa Santa Teresa o SS Salvatore - Chiese sconsacrate

Vai ai contenuti

Menu principale:

Chiesa Santa Teresa o SS Salvatore

Il testo è tratto da:
Architettura religiosa in Ortigia
di Lucia Acerra
stampato nel 1995
da: EDIPRINT  
  
CHIESA DI SANTA TERESA O S.S. SALVATORE  
ronco Capobianco

   

Posta nel ronco Capobianco, su via Maestranza, se ne vede ancora la facciata ben conservata; all'interno ospita una tipografia. Era la chiesa dell'attiguo monastero di S. Teresa sotto la regola carmelitana, fondato dal vescovo G. Capobianco nel 1652. Per poter tenere aperta la chiesa, quando il monastero fu abbandonato perché cadente, nel 1885, essa fu concessa alla Società dei Naviganti che aveva prima la chiesa di Porto Salvo. La piccola chiesa aveva accanto all'altare maggiore un mausoleo di marmo riproducente il fondatore mons. G. Capobianco che il 25 febbraio del 1885 fu portato in Cattedrale e posto nella cappella del Crocifisso, accanto a quello dell'arcivescovo Amorelli. La chiesa è stata chiusa al culto il 19 giugno 1924.
  
  



 
Torna ai contenuti | Torna al menu