Monastero del Ritiro - Monasteri Siracusa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Monastero del Ritiro

Il testo è tratto da:
Architettura religiosa in Ortigia
di Lucia Acerra
stampato nel 1995
da: EDIPRINT  
  
MONASTERO DEL RITIRO  p.del Carmine

http://www.antoniorandazzo.it/chiese%20demolite/del-ritiro.html


   


  
CASA DEL RITIRO poi MONASTERO DELLE CARMELITANE
Nel 1717 le nobildonne Carmela Montalto e Rosa Istauri fondarono la Casa del Ritiro per donne di ogni estrazione sociale che desiderassero ritirarsi dal mondo e stare con le altre esercitandosi nelle virtù religiose. Madre Priora venne eletta Anna Maria Gargallo di Castel Lentini.
L'aumento del numero delle consorelle del Ritiro spinse la Priora a chiedere nel 1729 alla Santa Sede la trasformazione del Ritiro in Monastero di clausura dedicato a S. Maria del monte Carmelo. La concessione del papa Benedetto XIII divenne esecutiva nel 17 30; la chiesa fu aperta al culto e le monache pronunciarono i voti solenni. Come dono del papa alla chiesa furono inviati i corpi dei Santi: Benedetto M. e Vittoria, estratti dal cimitero di S. Callisto in Roma e posti sugli altari laterali della chiesa.
L'osservanza della clausura impediva alle monache di vedere il simulacro d'argento di S. Lucia, e queste chiesero ed ottennero dal Viceré, Marchese Fogliani, che, in occasione della processione, il simulacro passasse davanti al monastero del Carmine.
Nel 1890 per il ridotto numero delle monache e in osservanza alle disposizioni di legge, il monastero venne soppresso, gli arredi e gli ornamenti vennero venduti all'asta, mentre le urne contenenti i corpi dei Santi Benedetto M. e Vittoria, furono trasportati in Cattedrale e posti nella cappella del Crocifisso dove si trovano ancora oggi.
  

    

 

  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  


 
Torna ai contenuti | Torna al menu