castello Marchetti-Marieth - Monumenti medievali

Vai ai contenuti

Menu principale:

castello Marchetti-Marieth



L’esistenza del castello Marchetti (Marquet o Marieth) è testimoniata sin dal 1271. Questo castello, fortemente lesionato dal terremoto del 1542 e ritenuto inutile in seguito alla costruzione dei nuovi baluardi all’ingresso dell’istmo, venne abbattuto non dal sisma del 1693, come è stato errone- amente affermato, ma nel 1577, per dar posto allle nuove fortificazioni progettate da Scipione Campi. Costruzione fatiscente, d’impianto troppo antico per potervi collocare le artiglierie, così era stato definito il castello Marchetti all’epoca.

Misurava circa 60 metri per 45, ed era rafforzato da torri quadrate ad ogni angolo, mentre un’altra si ergeva nel mezzo delle sue cortine, secondo la tipologia medievale ricorrente.

Non si è ancora oggi in grado di’azzardare ipotesi sul periodo preciso di costruzione, nè sull’eventuale riuso di strutture difensive precedenti; purtroppo in questa zona non sono ancora stati eseguiti sondaggi archeologici. Non si sa dunque se attribuire la costruzione del castello Marchetti al periodo arabo o normanno, si sá però che in periodo normanno esisteva un fortilizio, in zona imprecisata, rovinato dal terremoto del 1169, venne ricostruito probabilmente nello stesso luogo verso il 1196. Se consideriamo la sua collocazione dal punto di vista strategico, si dovrebbe concludere che il Marchetti costituiva un castello veramente forte della città, la chiave della difesa verso la terraferma. Il castello in una pianta disegnata nel 1576 dall’ingegnere Cesano.

Da tesi : Bianchini, Bonadeo, Purgato Politecnico di Milano

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu