Testa o Re - akradinasiracusa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Testa o Re

La balza d’Acradina veniva chiamata più comunemente Testa o’ Re perchè nella villa Spagna, da cui quella iniziava- che è stata acquistata un decennio addietro dall’on. Santi Nicita e dove ha abitato prima di trasferirsi nei pressi dell’albergo Neapolis, vi è scolpito un mascherone che secondo la tradizione popolare doveva rappresentare la testa del re è invece non è altro che una maschera con funzione apotropaica, (dal greco Απο τρέπω, apò trèpo, che vuol dire respingo, tengo lontano)
La zona testa o rre per noi siracusani è compresa tra la balza Akradina e Viale Von Platen e prende il nome da una testa-mascherone che si trova su una villetta all'incrocio tra via Von Platen e Via Politi Laudien

la balza Akradina e la cittadella dello sport




la balza Akradina e le grotte 




Questa maschera si trova a Siracusa, sul cornicione di un edifico, esattamente quasi di fronte alla caserma dei Vigili del Fuoco, Via Von Platen, ed è stata ritenuta sempre la testa di un re, tanto da dare alla zona il nome di “ testa del re”. In effetti non si tratta di nessun re, ma è una maschera con funzione apotropaica, (dal greco Απο τρέπω, apò trèpo, che vuol dire respingo, tengo lontano) . Infatti qualche abitante di quella casa la fece scolpire per tenere lontano il malocchio e allontanare il male. Quelli che furono presi per corona non sono altro che riccioli di capelli.


I cozzi (rocce) sulla balza Akradina


panorama dalla balza Akradina


 
Torna ai contenuti | Torna al menu