Ferrigno Emanuele - CASFirenze59corso

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ferrigno Emanuele

RACCONTI MEMORIE

EMANUELE FERRIGNO CAS 59^ CORSO FIRENZE ALLUVIONE 1966



Quando lessi sulla rivista "Le Fiamme D'Argento" che nel 2016 ci sarebbe stato un incontro di commilitoni nel cinquantesimo anniversario dell'alluvione di Firenze, un brivido colpì tutto il mio corpo perchè compresi che tra questi dovevo esserci anch'io, essendo stato un componente dell'ottava compagnia.
L'alluvione che colpì Firenze nel Novembre 1966 lasciò in tutti noi che l'abbiamo vissuto, ricordi incancellabili con la constatazione di quanto, talvolta, può essere soverchiante la forza della natura rispetto alle difese dell'uomo.
Quel giorno, dopo ore e ore di insistente pioggia, gli argini dell'Arno non seppero più contenere l'enorme corso d'acqua che, esondando, fecero delle strade cittadine affluenti impetuosi, capaci di travolgere tutto ciò che incontravano nel loro percorso.
Noi allievi sottufficiali della Scuola Carabinieri di Santa Maria Novella, affacciati alle finestre dell'ultimo piano, opposte rispetto all'ingresso principale, guardavamo increduli ed impotenti quanto stava accadendo.
Ricordo che nel trambusto di quei momenti delle persone che abitavano di fronte al nostro plesso, gridavano implorando aiuto e che il nostro Comandante della Scuola, Colonnello Mario Serchi, calandosi con una corda, tesa da un palazzo all'altro, arrivò all'abitazione per portare soccorso.
Non vidi altro!
I giorni successivi furono improntati al ripristino della vita normale con grande impegno di tutti i cittadini, mentre parte di noi fummo destinati al servizio anti sciacallaggio nei sotterranei delle banche. L'evento fece perdere al nostro corso di formazione diversi giorni di studio, ma l'esperienza di vita, che ci ha accompagnato lungo l'arco della carriera, sicuramente ci ha reso più maturi, riflessivi e vicino alla gente.
M.A.s UPS. Emanuele Ferrigno

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu