scuolissea - CASFirenze59corso

Vai ai contenuti

Menu principale:

scuolissea

SCUOLISSEA LE AVVENTURE DI CASULISSE
SORRIDIAMO INSIEME
La geniale e ironica storia di un CAS qualunque chiamato CASULISSE, (Nessuno, Odisseo, Ulisse).
Grazie all'autore, che non conosco, per avermi fatto ricordare e sorridere ancora oggi a distanza di 44 anni.
p.s. per poter dare il giusto merito all'autore di questa splendida- ironica- odissea, chi lo conoscesse   è pregato di comunicarlo a:
randazzo.antonio@alice.it
testimonianza a proposito della elaborazione del numero unico:
"Giuseppe Manca Antonio, complimenti per ciò che fai per il Gruppo. Vedi che anch'io posso " ricordarti " qualcosa ? Infatti il Numero Unico, e nel caso specifico veramente "UNICO " , in quanto mai realizzato come il nostro ha molte particolarità . La responsabilità del tutto era il Cap. Martino TURSI, coadiuvato dal Ten . Angelo MILLI e a capo degli " autori " era il Brig. CARBONI, capacissimo . Fummo chiamati per questo in 6, che raffigurammo alla fine, sull'ultima caricatura dove veniamo additati e minacciati di vendetta (Io fui postergato, il primo del Corso ad esserlo ) in Polizia Militare, perché non piacque l'idea di rappresentare con una lupara che sparava deficienze.....Guardando questa ultima pagina del N.U. qualcuno si riconosce. Da sinistra verso destra....non ricordo il nome, poi Dino DEGLI ESPOSTI, il terzo non lo ricordo, poi ORRU' Giovanni, MANCA Giuseppe e LEZZI Cesare . L'idea della Scuolissea fu elaborata pensando alle fatiche della Scuola, che in particolare quell'anno, ebbe la negativa esperienza dell'alluvione. Dino Degli Esposti, ottimo paroliere, scriveva i versi in metrica, io, Lezzi, Orru' e gli altri disegnavamo quello che ognuno poteva suggerire; un fatto accaduto, una capacità particolare, una particolarità fisica , una interrogazione curiosa e altro del genere. Qualcuno, credo il Brig. CARBONI suggerì di aggiungere a CAS il nome ULISSE ; trattandosi di Odissea quale altro nome altrimenti ? Qualcun altro poi ideò di rappresentare Ulisse con una caricatura del mio viso, e questo mi fece mooooolto piacere. Ognuno lanciava un'idea che una volta concordata veniva sviluppata utilizzando diverse tecniche , molti eseguiti proprio dal Brig. CARBONI, a tempera, altri su fogli di plastica a china poi colorati nel retro e preparati per la stampa , altri semplicemente disegnati a china, prestando la massima attenzione alla somiglianza . Dino Degli Esposti curava i versi che tutti abbiamo più volte letto e apprezzato. Andammo avanti per mesi, a lavorare su quei tavoli, esentati da addestramento e anche qualche lezione , pur di riuscire nell'intento, credo ben riuscito . A me è costata la promozione al primo esame, ma ne fui comunque orgoglioso e in cortile scrissi su un foglio 50x70..."".MANCA Giuseppe...il primo postergato del 59° Corso "". Ho voluto raccontare questo perché te lo chiedevi e invito i colleghi che come me hanno partecipato alla elaborazione del N.U. a ricordarlo anche loro."
Le foto e i contenuti sono tratti dal Numero unico edito dalla Scuola sottufficiali, stampato da Tipolitografia Ramella, al termine del corso nel 1967, non hanno consentito una migliore risoluzione delle immagini

leggi documentazione pdf





 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu