Madonna di Pompei - chiese demolite Siracusa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Madonna di Pompei

La chiesa Della Madonna di Pompei in realtà era annessa ed al servizio dell'Ospizio Umberto primo.



interno della chiesa foto Ghigo Rametta




Merce di scambio tra imprenditori e responsabili della gestione e quindi fu demolito per far nascere posto quel palazzone che ospita la banca nazionale del lavoro
(commento Semel Semper)
l'Umberto I appartenente allo Ordine dei Frati Concezionisti ovvero della Provincia Italiana Congregazione Figli dell'Immacolata Concezione. Dalle mie fonti ho saputo che venne costruita la struttura in Via Gela perché luogo più idoneo alle attività tipografiche, agricole ed altro ancora per fare apprendere le arti ed i mestieri a cui in molti riversarono il proprio interesse realizzandosi nel lavoro. L'Istituto era frequentato non solo da orfani ma anche da indigenti e da figli di famiglie che non potevano permettersi le scuole dei signorotti, oltre a che andava al doposcuola. Alcune migliaia di ragazzi, siracusani e non, sono stati ospiti della struttura. Famoso il detto: "Se non fai il bravo, ti mando in collegio". Quindi a conclusione, credo che sia stata una permuta tra la Banca, che voleva una sede in una via di prestigio e l'Ordine che cercavi altri spazi per le sue attività educative. Venne fatta salva, naturalmente, l'esistenza dell'attuale chiesa il cui parroco per moltissimi anni fu la buonanima di Padre Annino, deceduto poco tempo fa.

quando e come fu costruito: documentazione pdf
vedi anche pagina dedicata:http://www.antoniorandazzo.it/Siracusa%20era/ospizio-umberto-primo.html


il fondatore Canonico Concetto Barreca:http://www.antoniorandazzo.it/Siracusa%20era/barreca-concetto-fondatore.html














 
Torna ai contenuti | Torna al menu