Punita e declassata 1837 - Memorie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Punita e declassata 1837

SIRACUSA PROVINCIA


DOCUMENTAZIONE PDF



Il 4 Agosto 1837 il maresciallo di Campo Marchese Del Carretto, dichiarata Siracusa città scellerata per aver partecipato ai moti rivoluzionari per l'unità d'Italia la punisce e da Capo Valle la declassa a favore di Noto che diviene capo Valle.
Caduta così in disgrazia del Principe, e dipendente da Noto, Siracusa ebbe per dieci anni a soffrire umiliazioni, e vilipendi indicibili. Fu soggetta a tasse non dovute, perché non più Capoluogo di Provincia. Fu nel nuovo censimento catastale, quasi come a castigo, più che ogni altro Comune, aggravata d'imposta. Nei suoi reclami o non ascoltata, o contradetta.
Ma, ancora, bisogna ricordare che, a conseguenza dei fenomeni ricordati, l’anno appresso, si verificò una tragica carestia nel 1838, che fu seguita da altri anni appresso. La città con un popolo sì scarso e minuto, priva del fior della cittadinanza, penuriosa, squallida, senza vita, si avea l'aspetto della desolazione e della tristezza.
Anche la Diocesi di Siracusa, già smembrata nel 1816, subì un’ulteriore drastica riduzione: venne infatti creata la sede vescovile di Noto ed il territorio della Diocesi siracusana diventò un fazzoletto di terra ( si pensi che, ai prime del secolo, la Diocesi di Siracusa comprendeva Catania, Caltagirone e Piazza).
http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Patrioti_italiani

SUPPLIMENTO AL GIORNALE DELL'INTENDENZA VAL DI NOTO 4 AGOSTO I837 FASCICOLO 1



  













 
Torna ai contenuti | Torna al menu