Guerra Siracusa - ricordando

Vai ai contenuti

Menu principale:

Guerra Siracusa

GUERRA SIRACUSA

regio sommergibile Bronzo

VEDI ANCHE ATTACCO ALLA SICILIA:

http://www.antoniorandazzo.it/memorie/attacco-alla-sicilia.html



Il 10 luglio 1943 lasciò Pozzuoli al comando del tenente di vascello Antonio Gherardi, per portarsi al largo di Siracusa. Quello stesso giorno fu attaccato da un sommergibile nemico con quattro siluri, ma li schivò con la manovra. Verso le sei del giorno seguente fu rilevato rumore di eliche che si presunse appartenere a navi amiche; portatosi a quota periscopica all’una del pomeriggio, il Bronzo risultò essere nel mezzo di una squadra formata dai dragamine Seaham, Boston, Cromarty e Poole. Pesantemente bombardato con cariche di profondità prima di potersi immergere in profondità, fu costretto all’emersione e subito mitragliato e cannoneggiato: sotto il fuoco delle quattro navi inglesi caddero uccisi il comandante Gherardi, il comandante in seconda, sottotenente di vascello Giuseppe Pellegrini, due sottufficiali, un sottocapo e tre marinai. Il resto dell’equipaggio abbandonò la nave e si gettò in mare: undici uomini furono recuperati dal Boston, cinque dal Poole e gli altri dal Seaham.
Abbordato da una lancia del Seaham, il Bronzo fu catturato.
Il sommergibile aveva sino ad allora svolto 19 missioni di guerra, percorrendo 10.963 miglia in superficie e 2037 in immersione.
Rimorchiato a Malta, incorporato nella Royal Navy con sigla P. 714 e rimesso in servizio a fine 1943, fu ceduto alla Marina francese nel 1944, assumendo il nuovo nome di Narval.
Fu demolito nel 1948.

Siracusa e la guerra
 
Torna ai contenuti | Torna al menu