MATER LACRIMARUM - ricordando

Vai ai contenuti

Menu principale:

MATER LACRIMARUM

MADONNINA LACRIME

MATER LACRIMARUM
Il 29 agosto del 1953 A SIRACUSA IN VIA DEGLI ORTI, nella cosa dei giovani coniugi Giannuso, avvenne il miracolo della lacrimazione:
Nell'umil dimora d'un manuale dove il dolore ha bussato alla porta, dove ha scavato silenzio e miseria, improvviso un grido di giubilo sale: è d'una povera donna ammalata, dal suo giaciglio d'un tratto è sorta, solleva le mani al capezzale: Prodigio! Prodigio! La forza è tornata!
Ma altro prodigio, più grande, più arcano: da semplice gesso sgorga sangue umano!
" Celeste Madre del duro dolore,
Tu piangi! Perché?
Forse per dare la gioia ai mortali!
Il mondo soffre, lo vedi dal cielo, nel corpo e nell'anima siamo angustiati!
Possa il tuo pianto celeste rugiada esser, ristoro alle piaghe profonde!
Sia nuova manna agli uomini tutti, di pace assetati, di fede e giustizia!....
Ma se le lacrime son di mestizia perché dal Vero il mondo è traviato, ci sian di luce nell'arduo cammino, vigor nella lotta al male, al peccato!
CHE IL TUO PIANTO MADONNINA, APPORTI A TUTTO IL MONDO IL SORRISO E LA PACE!

MATER LACRIMARUM versi e musica Arturo Messina-canta Silvana Leggio
 
Torna ai contenuti | Torna al menu