Alluvione Firenze - Gallerie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Alluvione Firenze

IO C'ERO IN QUELLA TERRIBILE GIORNATA DEL 4 NOVEMBRE 1966

 


4 Novembre 1966, alluvione di Firenze, cortile Santa Maria Novella 59° corso carabinieri allievi sottufficiali.
Quel tragico giorno ero stato comandato di servizio mensa per conto della quinta compagnia, primo battaglione, insieme ad altro C.A.S della quarta compagnia.
Subito dopo la colazione eravamo intenti a sistemare la frutta e il pane sui tavoli della mensa per il pranzo. Verso le ore 10, se ben ricordo, ci accorgemmo che un fiume d'acqua si riversava nei locali delle cucine. Tutti gli addetti abbandonarono il luogo e in pochi secondi sparirono. Io e il mio collega rimanemmo interdetti senza
sapere cosa fare mentre l'acqua continuava a salire inondando i locali mensa ed il cortile. Il mio collega, essendo la sua compagnia vicinissima, sulla destra dell'ampio secondo cortile, bagnandosi fino alle ginocchia raggiunse la sua compagnia mentre io, stupidamente ed ingenuamente tentennavo perché non volevo bagnarmi. Beata incoscienza, salii su una pedana che galleggiava sull'acqua cercando di tenermi in equilibrio con un bastoncino per appoggiarmi. Trascinato dalla corrente impetuosa che faceva scorrere l'acqua dai due passaggi che immettevano nel primo cortile, dopo due avventurosi giri attorno all'ampio cortile, fortunatamente l'improvvisata zattera si avvicinò ad una delle colonne perimetrali. Mi aggrappai alla grondaia
attraverso la quale riuscii a salire sul loggiato nel quale vi erano alcune aule e l'infermeria. Finalmente ero in salvo nella mia camerata senza aver subito alcun danno solo, salvo, lo confesso, un certo spavento.
Le foto furono scattate dalle finestre dei locali della quarta compagnia a mia  insaputa e mi furono consegnate da un collega dopo molti giorni dal fatto.
Conservo gelosamente queste immagini perché ritengo che, certamente, quell'episodio mi aiutò a crescere come uomo.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu