Necropoli Rovettazzo - Necropoli siracusane

Antonio Randazzo da Siracusa con amore
Archeologia
Vai ai contenuti

Necropoli Rovettazzo

La necropoli di Rivettazzo si trova in un'area di basse colline separate da strette e poco profonde cave in prossimità dell'area del fiume Anapo a sud dei monti Climiti. Lungo le balze di roccia, un cospicuo numero di sepolture, riferibili all'epoca del bronzo antico, e quindi associabili alla cultura castellucciana, si trovano sparse su un'ampia zona ad indicare la presenza di un modesto insediamento capannicolo sulla sommità dell'altura. Le tombe, scoperte ed indagate da Paolo Orsi, furono da questi integrate insieme al gruppo del vicino Cozzo Bernardo, il quale però rappresenta un secondo e più importante insediamento. Le sepolture hanno la caratteristica di non possedere l'anticella, mentre mostrano prospetti allargati e sviluppati verticalmente anzicchè orizzontalmente, mantenendo così l'ingresso ad una certa altezza dal suolo fino ad un metro. All'interno è frequente la presenza di un letto funebre risparmiato o di una nicchia. Molto scarsi sono i frammenti ceramici in possimità delle tombe, mentre nulla è visibile sulla cima dell'altura, tuttavia, si rinvengono sparuti frammenti di macine e macinelli basaltici.

vedi anche necropoli Canalicchio

per saperne di più: necropoli Rovettazzo-tomba a prospetto monumentale- Barucco-Libra

localizzazione tomba Rovettazzo




rovettazzo-disegno-ricostruzione-schematica


rovettazzo-disegno-prospetto

Torna ai contenuti