Castello di Chadra - castellietorrimedievali

Castelli e torri medievali
Castelli e torri
Vai ai contenuti



Il Castello di Chadra occupa quasi completamente il pianeggiante promontorio formato dall'ansa del torrente Canale che, profondamente inciso nella massa calcarea, lambisce l'alto pianoro da sud ed est rendendolo praticamente inaccessibile. I fianchi del pianoro, un tempo ripidi, hanno perso tale caratteristica a causa dei moderni terrazzamenti realizzati per uso agricolo. La torre del castello dominava il non lontano casale.
Il Castello di Chadra, conosciuto anche con il nome castello di Gàdera, è approssimativamente un rettangolo irregolare, orientato est-ovest, con lati mistilinei ma comunque stimabili attorno ai 75 x 45 metri. L'entrata nel fortilizio era presso l'angolo nord-est e dava l'adito al primo piccolo cortile.
Una breve rampa di scale conduceva nel baglio grande, dove presso l'angolo sud-ovest si ergeva la torre mastra. L'intero complesso era circondato a nord ed ovest da un fossato profondo e da un altro, parallelo ma incompiuto (attualmente interrato).
Il fossato interno era largo oltre 4 metri e, almeno nella prossimità dell'angolo sud.ovest, profondo altrettanto. Le mura, spesse un metro e mezzo e fondate sul bordo della roccia tagliata, verso il 1925, erano alte 4 metri: oggi sono dimezzate ed in alcuni tratti non si vedono neanche. Il muro di cinta era dotato di camminamenti ricavati con una risega sul lato interno.
Torna ai contenuti