Via Resalibera - ortigia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Via Resalibera

GRAZIELLA

2.2.4. Via Resalibera
La Via Resalibera, decumano minore certamente dovuto al rin- ìovamento urbanistico di Ortygia operato dai Romani subito dopo a conquista di Siracusa, é oggi un asse trafficatissimo per le ittività commerciali che vi si sono inserite e per le attività ar- igianali che, nonostante il mutare dei tempi, con molti sforzi, con- inuano a vivere.
Le tipologie architettoniche della Via Resalibera sono le stesse Iella Graziella. Il suo tracciato urbanistico é ricco di diramazioni ronchi, vicoli e cortili) in cui i frammenti architettonici di vari itili e di diversi periodi documentano, meglio delle pagine di un ibro, la storia della ci*S aretusea.
La strada, che é tra le più popolate e movimentate di Ortygia, ia una veste architettonica prevalentemente settecentesca. Sono requenti i balconcini barocchi a petto d'oca, i portali dalle deco¬azioni bizzarre, le fantasiose scale all'aperto.
Qua e là, seminati dalla storia, frammenti di colonne romane di ¡ranito, pannellini scultorei di pregevole fattura (due di essi raf¬fi figurano: a) il Battesimo di Cristo; b) due Angeli in posizione aral¬dica col SS. Sacramento) e stemmi di casati nobili. Di notevole interesse è una maestosa ed elegante finestra seicentesca, fram¬mento di una preesistente residenza nobiliare di modulo monu¬mentale.
Nel tratto Via Arizzi - Via Dione il piano terra dalle case della Via Resalibera viene adoperato come bottega o magazzino e ciò nel rispetto della funzione originaria; le residenze sono al piano su¬periore. Nel tratto Mastrarua - Via Arizzi, nei vicoli e nei ronchi, anche il piano terra viene adoperato come abitazione e ciò pur essendo umido, buio e scarsamente aerato.
Nel Ronco del Carmelo, nel Vicolo Ildebrando e nel Ronco 1° alla Resalibera, il disordine architettonico é identico a quello di Via Arizzi. In questi ronchi profondissimi e tortuosi le case avan¬zano e retrocedono senza alcun ordine e si incastrano quasi a sof¬focarsi. Sono percorsi in cui il sole e il vento stentano ad entrare.
A differenza delle altre strade della Resalibera il Ronco 1° e il Vicolo Ildebrando conservano ancora le lastre di lava della pa¬vimentazione stradale voluta dall'Adorno nel terzo quarto del sec. XIX.
La scena dei ronchi e dei vicoli della Resalibera é dunque una scena di miseria: case poverissime ricavate nel nulla, eppure, nonostante tutto, piene di intimità e di colore.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu