Montalto - nobili

Vai ai contenuti

Menu principale:

Montalto

http://www.nobili-napoletani.it/Montalto.htm


palazzo Montalto Siracusa



   

Arma: d’argento a tre pali di rosso. Alias: palato d’argento e di rosso a sei pezzi.
Dimora: Napoli




© Stemma Famiglia Montalto
La famiglia Montalto, originaria di Francia, venne nel Regno di Napoli ai tempi dei Normanni.
Acquistò i feudi di Monterone, Pietra Montecorvino e Mottamontecorvino.
Vestì l’abito di Malta nel 1420 e nel 1509 godette di nobiltà a Napoli ove fu aggregata al Patriziato napoletano del seggio di Nido e, dopo l’abolizione dei sedili, fu iscritta nel Libro d’Oro napoletano.
MASSIMO Montalto nel 1612 fu decorato col titolo di duca di Fragnito (oggi Fragneto Monforte), in Principato Ultra, feudo concesso nel 1528 a Don Ferrante Montalto, luogotenente vicereale, e mantenuto fino all’abolizione della feudalità (1806).
Inoltre il Casato ottenne i titoli di:
principe di Lequile, per successione casa Saluzzo;
duca di Tocco, per successione casa Pinelli;
marchese di Pontelatrone, per successione casa casa Carafa.
Nel 1582 l'antica chiesa del Gesù delle Monache risalente al XV secolo fu ristrutturata grazie alle donazioni della Famiglia Montalto.

© Napoli - Stemma Famiglia Montalto e con targa ricordo strutturazione - Anno 1582



Inoltre, i Montalto, possedevano a Napoli nella zona detta Caponapoli numerosi terreni e palazzi, Nel 1590 un palazzo Montalto passò alle monache agostiniane.

© Napoli - una parte delle avite proprietà dei Montalto  





© Don Ferrante Montanto, luotenente vicereale



Fabrizio Morra, patrizio del Seggio di Capuana, per successione di BEATRICE Moltaltoereditò nel 1586 il feudo di Buccheri.
Nel 1617 Orsola, figlia di BERARDINO Montalto marchese di San Giuliano, sposò CarloSanseverino (?159 0† Napoli, 1677), principe di Bisignano, primo principe del Regno di Napoli, Grande di Spagna di prima classe.
Nel 1731 Giuseppe Aurelio di Gennaro, celebre giureconsulto, mise alle stampe  l'opera "Della famiglia Montalto", in risposta alla scrittura di D. Vito Ignazio Vitagliano.
Nel 1762 Maria Luisa Saluzzo cedette il feudo di Lequille in Terra d’Otranto nei pressi di Lecce, già appartenente al casato (1682), allo zio Carlo Saluzzo riservando per sé il titolo di principe di Lequille che trasmise al marito GAETANO Montalto e ai discendenti ANTONIOe FRANCESCO duca di Fragnito.
Giovanni Filippo, Carlo Maria e Gioacchino, rispettivamente figlio, nipote e pronipote di Carlo Saluzzo continuarono ad usare il titolo di principe di Lequille. Dopo una lunga vertenza la Commissione dei titoli nobiliari nel 1859 diede ragione ai Montalto e la Consulta araldica confermò la sentenza.   
FRANCESCO Montalto nel 1857 fu duca di Fragnito, duca di Tocco e marchese di Pontelatrone.
ENRICO Montalto (n. 1837), principe di Lequile, duca di Fragnito e di Tocco, sposò nel 1861 Costanza Giuseppina Kozuehowsha, e risulta iscritto come Montista al Real Monte di Manso.
Il Casato si imparentò con le più illustre famiglie del Regno: i Carafa, i Saluzzo, i Filangieri(Donna Marianna Montalto dei duchi di Frignano nel 1740 sposò don Cesare Filangieri, secondo principe di Arianiello), i Pinto (nel 1692 sposò Antonio Montalto, duca di Fragnito,sposò Caterina, figlia di Gaspare e di Anna Maria Lagni).
Don Agostino de Vito Piscicelli (1833 † 1881), ufficiale di Cavalleria decorato di medaglie d’argento, sposò nel 1868 la nobildonna CATERINA Montalto dei duchi di Fragnito.




© Napoli - monumento funebre di Ludovico Montalto
La famiglia risulta iscritta nel Libro d’Oro della Nobiltà Italia e nell’Elenco Ufficiale Nob. Ital. nella persona di MASSIMO Montalto (n. 1864), cerimoniere di Corte di S.M. la Regina, coi titoli di principe di Laquile, marchese di Motta Montecorvino, patrizio napoletano, nobile con i predicati di Volturino e di Pietra Montecorvino; nella persona di RUGGIERO (n. Napoli, 1899), figlio di Massimo e di Carolina de Riseis di Crecchio, coi titoli di principe di Lequile e patrizio napoletano; infine nella persona di RUGGIERO, investito del titolo di duca di Tocco nel 1899, marito della nobildonna Antonia dei marchesi Berlingieri, matrimonio celebrato in Napoli nel 1905.

© Napoli - Stemma Famiglia Montalto


 
Torna ai contenuti | Torna al menu