Astrologia e religione - Galleria Roma Siracusa

Galleria Roma Siracusa
Galleria Roma Siracusa
Vai ai contenuti

Astrologia e religione

amici galleria > Italia Andrea
ASTROLOGIA RELIGIONE ..e dintorni

INTRODUZIONE:


Una ragazza (soggetto) se la prende con un ragazzo (altro soggetto) dicendogli di essere insensibile come fosse una pietra, privo di gratitudine per l’amore che lei avrebbe per lui e per le cose che lei avrebbe fatto e farebbe per lui, fino a provare grande risentimento e rancore in una sorta di ciclotomico stato di amore-odio.

Giunge quindi, nel contempo, a dichiaragli il suo amore illimitato e praticamente incondizionato.


Il ragazzo non trova altro da dire che poche parole semplici, oneste e leali: “se tu fai così mi metti in difficoltà. io purtroppo sono fatto così. E così non posso fare altro che andare diritto per la mia strada.

Se pensi che non abbia gratitudine o non abbia cuore, fallo pure.

Io un cuore ce l’ho… magari è diverso dal tuo.

Nel dolore e nella difficoltà il mio cuore come risposta guarda sempre avanti.

E siccome mi aspetto lo stesso dal mio prossimo finisco per sembrare duro e spietato (vastaso).


Nonostante ciò la ragazza, a sua volta, ribattendo di essere fatta così come è fatta, e dunque non potendo fare altro che andare anche lei diritto per la sua strada, insiste nel rimanere innamorata di lui.

Ciò che ci riporta, di nuovo, alle parole di prima… e così via… e via… e via…




PARTE I



*    *    *



§  I.  ENERGIA E MATERIA: PROLOGO




ALLORA QUESTO UNIVERSO E’ FATTO DI DUE COSE DIVERSE E CHE NON SI CAPISCONO, DI ENERGIA E DI MATERIA…



Un po’ come dire: A

SALVE! MI PRESENTO, IO SONO ENERGIA (D’ORA INNANZI SEMPLICEMANTE “A”).

SONO INVISIBILE EPPURE CI SONO.

NON MI POTETE PERCEPIRE CON I 5 SENSI EPPURE ESISTO.

NON CONOSCO PADRONE, PERCHE’ ESSENDO OVUNQUE NON HO DIREZIONE, NE’ SCOPO NE’ FINE, E QUINDI NON CONOSCO NE’ BENE NE’ MALE, I QUALI PER ME NON ESISTONO E ANZI SONO DEL TUTTO PRIVI DI SENSO, PERCHE’ APPUNTO HO TROPPA ENERGIA. SONO SOLO ENERGIA!

E MI MUOVO OVUNQUE PERCHE’ SONO OVUNQUE! E SONO FATTA PER DARE ENERGIA A TUTTO CIO’ CHE INCONTRO.



E poi: B

SALVE! MI PRESENTO, IO SONO MATERIA (D’ORA IN POI SEMPLICEMENTE “B”).

SIAMO SICURI CHE CI SONO PERCHE’ MI VEDETE IN OGNI MOMENTO.

E MI PERCEPITE SEMPRE ATTRAVERSO I VOSTRI SENSI.

IO HO UN PADRONE. ANZI, NE HO DUE. SI CHIAMANO “SPAZIO E TEMPO”.

PER L’ESATTEZA LA MIA CITTA’ E’ LO SPAZIO E IL TEMPO.

E DI PRECISO LA MIA CASA SI TROVA IN UN TEMPO ED IN UNO SPAZIO SEMPRE DETERMINATI.

CONOSCO IL BENE ED IL MALE PERCHE’ ESSI ABITANO NELLA MIA CITTA’ E NELLA MIA CASA.

SONO PERO’ VIVA E DUNQUE MI MUOVO IN QUESTO SPAZIO E TEMPO, SEMPRE DETERMINATI E DELIMITATI, PERCHE’ L’ENERGIA MI HA TROVATO E IRRESISTIBILMENTE MI HA ANIMATO.



E quindi: A

CERTO, PERO’ CHE BARBA QUESTA MATERIA, MA COME IO LA ANIMO, LE DO VITA E LEI IN CAMBIO CHE FA?

MI IMPRIGIONA!??!?

MA CHE PALLA STA MATERIA!!!


IN PIU’ PRETENDEREBBE CHE IO - CHE NON CONOSCO PADRONE E CHE IL MIO PRINCIPIO E’ ENERGIA E QUINDI LIBERTA’ - MI SOTTOPONGA AI SUOI DETTAMI ED ALLE SUE LEGGI!!!!??

MA CHE RAZZA DI INGIUSTA FOLLIA E’ MAI QUESTA!?!? E’ UN NON SENSO!!!


…E CHE DIAVOLO! QUESTA MATERIA DOVRA’ PUR CAPIRE CHE SONO IO CHE LA ANIMO, CHE LE DO VITA…!

DOVRA’ PUR CAPIRE CHE QUINDI DEVO ESSERE IO A CONDURRE LEI E NON LEI ME!!!

E DOVRA’ PUR CAPIRE CHE LEI NON E’ IN GRADO DI CONDURRE ALCUNCHE’, COSI’ COME NON E’ IN GRADO’ DI CREARE VITA SE NON PER MEZZO DI ME!!!

E DOVRA’ PUR CAPIRE CHE, SICCOME SENZA DI ME ESSA STESSA NON SAREBBE VIVA, IMPRIGIONANDOMI O BLOCCANDOMI CONDUCE SE STESSA LONTANO DALLA VITA, E DUNQUE VERSO MORTE CERTA.


RAGION PER CUI SARA’ SEMPRE MEGLIO PER LEI, E GIUSTO DIRITTO PER ME, CHE SI FACCIA INVADERE E PERVADERE E GOVERNARE DA ME QUANTO PIU’ POSSA, ABBANDONANDO OGNI AMBIZIONE DI DOMINIO E PRIGIONIA SU DI ME.

POSTO INFATTI CHE IN CONSIDERAZIONE DELLE NOSTRE STESSE DIVERSE DUE NATURE TALE AMBIZIONE E’ ASSOLUTAMENTE VANA…!!!



E allora B:

..EHI TU, COME HAI DETTO CHE TI CHIAMI!?  ENERGIA!?

ASCOLTAMI BENE BEL TIPINO…!

COME TI PERMETTI A PENSARE DI AVERE IL DIRITTO DI FARE IL BELLO ED IL CATTIVO TEMPO IN CASA ALTRUI!??!?! EH?!?!

SI DA IL CASO CHE SEPPURE SIA DATO PER VERO CHE TU MI ABBIA ANIMATO, E MAGARI TE NE SARO’ PURE GRATA, TU PERO’ ADESSO ABITI A CASA MIA…!!!

PERCIO’, BELLO MIO, DEVI FARTENE UNA RAGIONE, PERCHE’ IN QUESTA CASA C’E’ UN ORDINE E, QUINDI, CI SONO DELLE REGOLE, ANZI, DELLE LEGGI…!

OLTRE ALLE LEGGI DELLA FISICA, DELLA TERMODINAMICA, ETC…, DA SEMPRE CE NE SONO ALCUNE SEMPLICISSIME: SI NASCE, SI CRESCE, SI DEVE MANGIARE, CI SI DEVE VESTIRE, SI FA L’AMORE, CI SI AMMALA, SI LAVORA, E POI ALLA FINE SI MUORE.

QUA FUNZIONA COSI’…!


E MI DISPIACE TANTO CHE TU ABBIA TUTTA QUESTA ENERGIA PERCHE’, SE ANCHE E’ VERO CHE MI STAI DANDO LA VITA, IO NON POSSO PERMETTERTI DI ESSERE LIBERATA DEL TUTTO IN QUANTO QUESTA CASA IN CUI ABITO FINIREBBE PER DIVENTARE UN VERO CAOS…!


E NEL CAOS LA MIA CASA FINIREREBBE PER ESSERE REGOLATA DALLA LEGGE DELLA JUNGLA…!


CIO’ CON ENORME DANNO PER TUTTE LE ALTRE ENERGIE CHE ESISTONO E CHE ANIMANO TUTTE LE ALTRE MATERIE (ANIMATE) CHE ESISTONO.



Allora di nuovo A:

MA TU ALLORA PROPRIO NON VUOI CAPIRE!?!?!!!!

ALLORA NON VUOI CAPIRE CHE VOLENTE O NOLENTE NON PUOI OPPORTI A ME.

E ANCHE SE LO FAI, FAI UN DANNO ANCHE A TE STESSA!

SE TI OPPONI A ME TI DAI LA MORTE!



E di nuovo B:

NO, PER NIENTE.

SEI TU CHE TU NON VUOI CAPIRE ME!

TI STO DICENDO CHE PROPRIO L’UNICO MODO DI VIVERE CORRETTO SAGGIO E SANO E’ PROPRIO QUELLO DI DARSI LA MORTE!

ANZI, PER LA PRECISIONE DI AMARE LA MORTE!!!

NEL SENSO CHE (TEMEDOLA E DUNQUE) PENSANDOLA SEMPRE LA SI AMA.

IN QUANTO, COSI’ FACENDO ESSA VIENE A COSTITUIRSI COME IL FARO DELL’ESISTENZA.

ED IO CHE SONO MATERIA NON SOLO FACCIO COSI’, NON SOLO MI VIENE PIUTTOSTO BENE, MA PERALTRO IO PROPRIO AMO FARE COSI’.

MI VIENE DEL TUTTO NATURALE PROPRIO PERCHE’ SONO MATERIA.

ED ANZI TI DIRO’ DI PIU’: NON POSSO FARE ALTRIMENTI!!!




*    *    *


§ II. SLANCIO



Con tono pacato e disteso ribatte allora A:

ASCOLTAMI BENE ALLORA CARA AMICA-NEMICA, METTIAMOLA COSI’.

POICHE’ NON SONO STUPIDO COMPRENDO LE TUE RAGIONI.

TUTTAVIA RESTA IL FATTO CHE SENZA DI ME NON SOLO TU NON SARESTI VIVA, MA IN PIU’ TUTTA LA VITA A VENIRE NON POTREBBE AFFATTO VENIRE…!


INFATTI TU CHE TANTO BENE SVOLGI LA FUNZIONE ATTA A CONTENERMI, SIA DURANTE LA VITA CON MILLE COSTRIZIONI SIA CONCLUDENDOLA CON L’ATTO PRINCIPE DI QUESTA TUA FUNZIONE OSSIA CON LA MORTE (AL PUNTO CHE POTREMMO DIRE DI IDENTIFICARE TE STESSA CON LA FUNZIONE CONTENITIVA MEDESIMA, E SIA DETTO ANCHE NEL VERO SENSO DEL TERMINE, E DUNQUE ANCHE CON L’ATTO PRINCIPE CHE E’ LA MORTE) COME POTRESTI MAI SVOLGERE L’OPPOSTA FUNZIONE ENERGIZZANTE E VITALIZZANTE CHE MI E’ PROPRIA!!!!!!??


NON TI ACCORGI DUNQUE MIA CARA AMICA-NEMICA CHE TU SOLAMENTE TI ILLUDI DI AVERE L’ULTIMA PAROLA MENTRE INVECE INEVITABILMENTE CEDERAI IL PASSO E SARAI SEMPRE SCONFITTA DA ME…!  

E NON TI ACCORGI CHE LA TUA ULTIMA PAROLA (CHE E’ POI  LA TUA PAROLA D’ORDINE NEL VERO SENSO DEL TERMINE) OSSIA LA MORTE, INSIEME CON IL TEMPO E LO SPAZIO CHE SONO LA TUA CASA, CON TUTTE LE SUE MILLE REGOLE, SONO IN EFFETTI UNA ILLUSIONE…!?!?!?


PER CUI MIA CARA COSI’ COME TU STESSA SAI CHE IO SONO L’ORIGINE E LA FONTE, DEL PARI IO SONO SEMPRE UNA ORIGINE ED UNA FONTE SEMPRE NUOVI.

SONO IL RITORNO DI NUOVA VITA.

SONO IL RINNOVAMENTO.

SONO IL CAMBIAMENTO.

SONO IL MOVIMENTO.

SONO IL NUOVO.

A CUI IL VECCHIO CEDERA’ SEMPRE IL PASSO.

E DENTRO DI SE’, ANCHE INCOSCIENTEMENTE O INVOLONTARIAMENTE, UN VECCHIO CEDE IL PASSO AL NUOVO, E SEMPRE PER AMORE.

CHE SIA CON LE BUONE O CHE SIA CON LE CATTIVE…

PER AMORE DEL NUOVO.

COME UN PADRE PER AMORE (con le buone o con le cattive…) CEDE AD UN FIGLIO.


VEDI, IO HO COMPRESO LA TUA LEZIONE.

CHE MI INSEGNA E MI AMMONISCE A CONTROLLARE LA MIA ENERGIA E LA MIA LIBERTA’.

MA TU ORA DEVI COMPRENDERE ANCHE LA MIA.


INFATTI COSI’ COME IL MIO INSEGNAMENTO VALE PER LA MORTE, ESSENDO LA MORTE LA REGINA DELLE COSTRIZIONI E DEI CONTENIMENTI CHE TU, CARA AMICA MATERIA, TANTO BENE MI INSEGNI E MI IMPONI, ESSO VALE PERO’ ANCHE VERSO TUTTE LE COSTRIZIONI E TUTTI I CONTENIMENTI CHE SEMPRE TU SEI MAESTRA A PROPORRE ED A PRESENTARE COSTANTEMENTE A TUTTI IN QUESTA TUA BENEDETTA CASA…!


PER CUI SE SARA’ VERO CHE TU REGGI COSTANTEMENTE LE REGOLE DI QUESTA CASA SAPPI CHE, SEBBENE IO ABBIA ORA COMPRESO LE TUE RAGIONI E SEBBENE PERCIO’ IO ORA MI IMPEGNI A SEGUIRLE, ESSE DOVRANNO TUTTAVIA CEDERE IL PASSO A ME LADDOVE IO NON POSSA O NON RIESCA PIU’ FRENARE IL MIO SLANCIO.

E CIO’ AHIME’ CON TUTTE LE CONSEGUENZE CHE VERRANNO.

E CHE IO NON POSSO PREVEDERE, NE’ DUNQUE TANTO MENO PENSARE DI PRE-ORDINARE IN ANTICIPO.

…POSSO SOLO AGGIUNGERE CHE, SEMMAI, CON ALTRO ULTERIORE E NUOVO SLANCIO SARA’ POSSIBILE CHE MI OCCUPERO’ E PROVVEDERO’ ALLE CONSEGUENZE DELLE MIE AZIONI…




*    *    *



§ III. RESISTENZA



Segue allora un silenzio, poi riprende B:

I TUOI ARGOMENTI SONO STATI MOLTO CHIARI E CONVINCENTI.


TI FACCIO SOLO PRESENTE CHE, OVE TU NON L’AVESSI MESSO NEL CONTO, LADDOVE TU NON RIUSCISSI O NON POTESSI CONTENERE I TUOI SLANCI, ALLORA INCONTRERAI SOVENTE UN MURO DI REGOLE, LEGGI, ISTITUZIONI, GIUDIZI, E QUANT’ALTRO… [CHE NEL PROSEGUIO DEL DISCORSO VEDREMO TRA L’ALTRO ESSERE PRODOTTE DAI TUOI STESSI SLANCI, COSI’ COME E’ ANCHE A DIRSI PER ME STESSA], CHE TI PIOMBERANNO ADDOSSO COME UNA SCURE CHE CONDANNA, E CHE IL PIU’ DELLE VOLTE TI FERMERANNO E RISCHIERANNO PERSINO DI STRONCARTI.


TUTTAVIA VEDO ED ORA CREDO PERO’ CHE TU POSSA A QUESTO PUNTO AVERE, IRRESISTIBILMENTE, EVIDENTEMENTE ED INEVITABILMENTE, ESSENDO QUESTA APPUNTO LA TUA CARATTERISTICA, ENERGIA SUFFICIENTE PER SBATTERE RIPETUTAMENTE LE TUE CORNA (TESTA) CONTRO QUESTO MURO DI REGOLE E DI GIUDIZI (E TUTTE LE CONNESSE IMPIETOSE CONSEGUENZE SOCIALI) FINO A QUANDO QUESTO MURO UN BEL GIORNO NON SARA’ STATO ABBATTUTO OVVERO NEL MURO UNA PORTA TI SI SARA’ APERTA...!

 [DI MODO CHE DA QUESTA NUOVA BRECCIA OVVERO ATTRAVERSO QUESTA NUOVA PORTA SORGA UNA NUOVA TIPOLOGIA DI MURO, DI REGOLA, DI ORDINE, E COSI’ VIA…]


…ADESSO COMPRENDO FINALMENTE IL TUO PUNTO DI VISTA E RICONOSCO DI NON POTERTI CHIEDERE COSI’ TANTO DA DIVENTARE COME ME, NE’ SAREBBE SANO FARLO, QUESTO ORA LO CAPISCO.

E SONO LIETA CHE TU COMPRENDA CHE IO TI DEBBA IMPORRE DEI LIMITI O ALMENO, SE PROPRIO NON POSSO CONTROLLARTI, CHIEDERE CHE TU TE LI DIA DA TE.

ONDE PRESERVARE UN CERTO ORDINE ED ONDE EVITARE CHE TU FINISCA PER PERDERE TE STESSO E CHI TI STA ATTORNO IN UN VERO E COSTANTE CAOS, E CIO’ SEBBENE LA TUA BUONA FEDE ED IL TUO AMORE E SLANCIO PER LA VITA NON SIANO IN ALCUN DUBBIO.


INFATTI DA PARTE MIA INVECE RICONOSCO CHE SENZA DI TE ALLORA NON CI SAREBBE VITA NE’ TANTOMENO AVANZAMENTO.

AL PUNTO CHE ALLORA POTREI IDENTIFICARE LA VITA STESSA CON L’AVANZAMENTO E DUNQUE CON IL MOVIMENTO.

E DUNQUE ANCORA CON TE! CARA LA MIA ENERGIA!

PER CUI CERTAMENTE TI SIAMO IN DEBITO.


 [MA NON CREDERE PERO’ CHE IN FORZA DI TALE DEBITO TUTTO TI ABBIA AD ESSERE CONCESSO. GIACCHE’, COME VERDEMO PIU’ AVANTI, LE CONSEGUENZE DELLA TUE AZIONI RICADRANNO COMUNQUE ANCHE SU DI TE, ESSENDO ANCHE TU COMPRESO NELL’ORDINE DELLA MIA CASA. PER CUI SE TI CONDURRAI IN MODO TROPPO CAOTICO AL CAOS SOLAMENTE (TI) SARAI (AUTO)DESTINATO A GIUNGERE.

UN CAOS CHE NON FARA’ ECCEZIONE, E  SARA’ ANCHE ESSO FIGLO DI UN ORDINE CHE TI COMPRIMEREBBE (LA MISURA DELLA CUI COMPRESSIONE SARA’ DIRETTAMENTE PROPROZIONALE ALLA QUANTITA’ DI CAOTICITA’ CON CUI TI CONDURRAI) INESORABILMENTE E SEMPRE DI PIU’ ENRTO UNA CONTINUA NECESSITA’. OSSIA CHE TI COSTRINGEREBBE VOLENTE O NOLENTE COMUNQUE A SOTTOSTARE AL SIDDETTO ORDINE.]



EBBENE, SE TU SEI DUNQUE LA FONTE DELLA VITA E DELL’AVANZAMENTO, ALLORA DEVI ESSERE ANCHE L’ORIGINE DEL TEMPO E DELLO SPAZIO, ALTRIMENTI DOVE E QUANDO AVANZERESTI?!?!?

E DUNQUE SEI ANCHE L’ORIGINE DI ME E DELLA MIA CASA!?!?!!


…MA, ORA, SE IO SONO LA MORTE, LA COSTRIZIONE, IL VECCHIO, IL PADRE, ALLORA IL FIGLO E’ L’ORIGINE, IL NUOVO.

QUINDI IL FIGLIO E’ L’ORIGINE DEL PADRE E POI IL PADRE FA DI NUOVO POSTO AL NUOVO FIGLIO! E ALLORA PADRE E FIGLIO SONO LA STESSA COSA SEBBENE DIVERSI…!

IN UN CERTO SENSO SI DIFFERENZIANO SOLO IN RAPPORTO AL TEMPO, NEI TEMPI.

MA INTIMAMENTE, AL DI LA DEL TEMPO, SONO LA STESSA COSA…!


MA SE ALLORA TU SEI L’AVANZAMENTO, QUELL’AVANZAMENTO CHE PRODUCE IL TEMPO E LO SPAZIO, TU DUNQUE SEI (ESATTAMENTE) IL PRESENTE!


-   EXTRA   -

[D’ALTRA PARTE QUESTO PRESENTE, QUESTO ATTIMO, QUESTO SLANCIO (ENERGIA), PENSIERO O AZIONE CHE SIA, DOVRA’ COMUNQUE PER FORZA AVERE UN OGGETTO.

PER CUI, PRIMA ANCORA DI AVERE DEL TUTTO E PROPRIAMENTE CREATO ME, ESSO GIA’ HA IN SE’, IN RAPPORTO DI RECIPROCA NECESSARIA E ISTANTANEA DIPENDENZA, IL PRINCIPIO DELLA MATERIA DEL TEMPO E DELLO SPAZIO DOVENDOSI DIRIGERE PUR SEMPRE VERSO QUALCHE COSA OVVERO DOVENDO CREARE PUR SEMPRE QUALCHE COSA.

POICHE’ QUESTO E’ CIO’ CHE CARATTERIZZA PROPRIAMENTE L’ESSERE ENERGIA, OVVERO IL CREARE.

D’ALTRA PARTE ANCORA, QUESTO E’ ANCHE CIO’ CHE FA IL PRESENTE.

IL QUALE SEBBENE DEL TUTTO OPPOSTO DISTINTO ED INCONCILIABILE CON IL CONCETTO DI TEMPO OVVERO DI PASSATO E DI FUTURO, NONDIMENO ESSO PRESENTE E’ PROPRIO COLUI CHE GENERA INESORABILMENTE ED INEVITABILMENTE IL TEMPO IL PASSATO ED IL FUTURO…!

E PER CUI, SE POSSIAMO DIRE CHE NEL PRESENTE, NELL’ENERGIA, C’E’ (NECESSARIEMENTE IN NUCE) IL PRINCIPIO DEL TEMPO E DELLA MATERIA, ALLORA ALLO STESSO MODO POTREMO DIRE CHE NEL TEMPO E NELLA MATERIA CI SARA’ (NECESSARIAMENTE IN NUCE), ISTANTANEAMENTE NECESSARIAMENTE ED IN RAPPORTO DI RECOPROCA DIPENDENZA, IL PRINCIPIO DEL PRESENTE E DELLA ENERGIA…!

PROPRIO COME IL CELEBRE SIMBOLO ORIENTALE DELLO YIN E DELLO YANG…! NEL QUALE L’UNO CONTIENE IL PRINCIPIO DELL’ALTRO.]



MENTRE IO GRAZIE A TE ED ALLA TUA SPINTA MI SONO COSI’ TANTO ALLONTANATA DA TE CHE ADESSO SONO PROPRIO FATTA DI TEMPO E DI SPAZIO, OVVERO SONO DIVENTATA TEMPO E SPAZIO.

E MI SONO COSI’ TANTO ALLONTANATA DALLA TUA VELOCITA’ (A CAUSA TUA) AL PUNTO DA ESSERMI CONDENSATA FINO AD ESSERE MATERIA.


E CIO’ SEBBENE LA MIA VERA ORIGINE E SOSTANZA SIA PER NECESSITA’ UGUALE ALLA TUA, OVVERO SIA TE, DOVENDO PER FORZA PROVENIRE DA TE, PER QUANTO ADESSO IO ABBIA UNA NATURA ED UNA FORMA DEL TUTTO OPPOSTA ALLA TUA, DIVERSA, ED ASSOLUTAMENTE INCONCILIABILE ALLA TUA!!!


…BEH, ALLORA CARA LA MIA ENERGIA, NE CONSEGUE CHE OGNI TUA AZIONE PRODUCE QUALCHE COSA IN ME!

NEL SENSO CHE OGNI TUA AZIONE PRODUCE TEMPO E SPAZIO, OVVERO PRODUCE PER FORZA QUALCHE COSA NEL TEMPO E NELLO SPAZIO, OVVERO NELLA MIA CASA.


E CONSIDERANDO CHE OGNI AZIONE SCATENA SEMPRE DELLE AZIONI AD ESSA CONSEGUENTI, ALLORA IO SONO IL FRUTTO COSTANTE, IN PERPETUO MOVIMENTO ED ASSESTAMENTO, DELLA COSTANTE COMBINAZIONE (E GRADAZIONE) DI TUTTE LE TUE AZIONI…!


Segue allora A:

PARE PROPRIO CHE ADESSO CI SI SIA CAPITI……!


Di nuovo B:

E GIA’. MA COME TI DICEVO, FAI ATTENZIONE CHE IL TUO “SLANCIO” FINISCE SEMPRE PER SCONTRARSI CONTRO IL MIO “MURO”.

E ANCHE SE E’ VERO CHE IL MURO DELLA MATERIA HA PURE BISOGNO DEL TUO SLANCIO DI ENERGIA, CIO’ NON TOGLIE CHE IL MURO CI SIA.


…MI SPIEGO MEGLIO.

SE IDENTIFICASSIMO LA TUA ENERGIA CON UNO SLANCIO VITALE SIMILE ALL’AMORE, DOVREMMO PER RAPPORTO IDENTIFICARE IL MIO MURO, LA MIA MATERIA, COME LA MORTE.

TUTTAVIA IN REALTA’ TU CHE SEI ENERGIA SAI BENE CHE COMUNQUE HAI BISOGNO DI ME PER “MATERIALIZZARTI” (INCARNARTI) NEL VERO SENSO DEL TERMINE.

OVVERO HAI BISOGNO CHE TI SIA DATA UNA MATERIA DA VITALIZZARE.


OVVERO, IN ALTRI TERMINI, HAI BISOGNO CHE IL MURO CEDA A TE AFFINCHE’ TU POSSA MANIFESTARE IL TUO SLANCIO.

PER CUI SE POSSIAMO DIRE CHE AMORE E’ SLANCIO ALLORA DOVREMO ANCHE DIRE CHE AMORE E’ PURE CEDERE DI FRONTE ALLO SLANCIO ALTRUI!!!


E CIO’ NON VA SOLO INTESO IN RAPPORTO ALLA NUOVA VITA, CHE TROVA OGNI VOLTA L’ACCESSO A QUESTO MONDO SCONFIGGENDO APPUNTO LA MORTE ED IL MIO MURO, COSI’ COME TU MI HAI DETTO PRIMA.

MA VA ANCHE INTESO IN RELAZIONE, COME HAI APPUNTO DETTO, A TUTTI I CONTENIMENTI E LE COSTRIZIONI CHE IO SONO MAESTRA A PROPORRE COSTANTEMENTE NELLA MIA BENEDETTA CASA…!


-   EXTRA   -

[INFATTI QUALE CHE SIA IL TUO SLANCIO-AMORE, FONTE <UNO> PRIMARIA <UNO> ED ORIGINARIA, ESSO AVRA’ PUR SEMPRE E NECESSARIAMENTE BISOGNO DI UN OGGETTO VERSO CUI INDIRIZZARSI.

IL QUALE OGGETTO QUINDI ASSUME LA CARATTERISTICA DI FONTE SECONDARIA <DUE> E DERIVATA. MA EPPURE SEMPRE DI FONTE <UNO> IN QUANTO COMBINATA E LEGATA IN MODO INELIMINABILE ALLA ESISTENZA STESSA DELLA FONTE PRIMARIA ED ORIGINARIA. LA QUALE PER IL FATTO STESSO DI ESISTERE FA ESISTERE, IN UN RAPPORTO CHE PERTANTO E’ DI RECIPROCA NECESSITA’ E VICENDEVOLEZZA, ANCHE QUELLA COSIDDETTA “SECONDARIA” E “DERIVATA”.

E’ PROPRIO NEL BISOGNO DELL’OGGETTO CHE IL TUO SLANCIO-AMORE MANIFESTA LA NECESSITA’ DI ME, OVVERO E’ ESSO STESSO CHE NON PUO’ NON PRODURMI-CREARMI IN QUANTO FRUTTO-OGGETTO-PRODOTTO DI SE STESSO SLANCIO-AMORE…!]




*    *    *



§ IV. RESISTENZA > CEDIMENTO > SLANCIO



Quindi A:

E SIA!

MI HAI CONVINTO TU ADESSO!

TI CAPISCO.

SEBBENE CON CIO’ NON POTRO’, NE’ TU TI ASPETTERAI CHE IO POSSA PER QUESTO, MAI DIVENTARE TE.

COSI’ COME IO NON MI POSSO PIU’ ASPETTARE CHE TU DIVENTI ME.


…MA, SE HO BEN INTESO, ALLORA QUELLO CHE TU MI STAI DICENDO IN ALTRI TERMINI E’ QUESTO. CHE IL MIO SLANCIO FINISCE CON L’AVERE LA MEGLIO IN FUNZIONE ANCHE DEL FATTO CHE ALLA FINE TU DECIDI E SCEGLI DI CEDERE A ME.

…QUINDI TU HAI UNA PARTECIPAZIONE ATTIVA NELL’ESSERMI INFINE CEDEVOLE, NEL NON RESISTERE PIU’. SEBBENE LA TUA NATURA SIA PROPRIO CONTRADDISTINTA DAL RESISTERE.


NE’, TU SAI, IO POSSO SMETTERE DI INSISTERE CON LO SLANCIO IN QUANTO SAI CHE SONO FATTA COSI’, E DAL MIO SLANCIO DIPENDE IL MOVIMENTO DI TUTTO E LA VITA STESSA.


…PROPRIO ED ESATTAMENTE COME DAL TUO BENEVOLO CEDIMENTO DIPENDE LA POSSIBILITA’ DEL MIO SLANCIO E DUNQUE UGUALMENTE DEL MOVIMENTO DI TUTTO E DELLA VITA STESSA.


PER CUI, A QUESTO PUNTO, MI VIENE DA PENSARE CHE IO E TE SIAMO DUE ASPETTI DELLA STESSA IDENTICA “COSA”…!


COME SE QUESTA “COSA” (TERTIUM GENUS, INEFFABILE, MATERIA OSCURA, IL NON-MANIFESTO, L’UNITA’, IL 7 E L’1) PER VENIRE A MANIFESTARSI NELL’UNIVERSO ABBIA AVUTO BISOGNO DI SEPARARCI. [OVVERO SI MANIFESTA ATTRAVERSO LA NOSTRA SEPARAZIONE. E SIA UN TERTIUM GENUS DIVERSO ED ULTERIORE RISPETTO A NOI DUE CHE SIAMO SUOI FRUTTI NECESSARI ED A CUI ESSO STESSO E’ COMUNQUE LEGATO. ED IN QUESTO LEGAME POTREBBE DIRSI CHE SAREMMO NOI STESSI PRODURRE ESSO].

ED AVREBBE AVUTO BISOGNO DI DARE A ME LA PARTE PIU’ PROPRIAMENTE E DIRETTAMENTE ATTIVA (OVVERO DIRETTAMENTE “CREATIVA”) ED A TE INVECE UN MODO CHE, E’ PURE ATTIVO MA SOLO INDIRETTAMENTE, MENTRE DIRETTAMENTE E’ PASSIVO…!

ESATTAMENTE COME IL MASCHILE E IL FEMMINILE. L’UNO DIRETTAMENTE ATTIVO, L’ALTRO SOLO INDIRETTAMENTE ATTIVO.

E L’UNO CONTIENE IN SE’ ANCHE IL PRINCIPIO DELL’ALTRO.


PER CUI SE RICOMPONESSIMO LE NOSTRE DUE SEPARAZIONI, L’ESSERE DIRETTO UNO ED INDIRETTO L’ALTRO, ALLORA VEDREMMO CHE NON SOLO SIAMO UGUALI, PERCHE’ FATTI DELLA STESSA SOSTANZA, MA PER DI PIU’ CHE NON V’E’ ALCUN LUOGO DOVE VI POSSA MAI ESSERE ALCUNCHE’ DI DIVERSO DALLA MEDESIMA SOSTANZA DI CUI SIAMO FATTI NOI DUE…!

ESSENDO INFATTI TUTTI I LUOGHI E TUTTI I TEMPI DELL’UNIVERSO NULLA ALTRO CHE UNA INFINITA COMBINAZIONE DI ME E DI TE…!



Ancora poi B:

APPROVO!

ED INFATTI, LASCIA CHE TI ESPONGA ANCORA UN ULTERIORE ASPETTO.

SE, COME TU STESSO HAI ORA RICONOSCIUTO, IL TUO SLANCIO, OVVERO L’EFFETTO ED IL RISULTATO (LA MANIFESTAZIONE) DI ESSO SONO NECESSARIAMENTE COLLEGATI AL MIO BENEVOLO (ED AMOREVOLE) CEDIMENTO, ALLORA POSSIAMO INDIVIDUARE IL MOMENTO PRECISO IN CUI IL TUO SLANCIO VITALE SI REALIZZA.

IN PARTICOLARE LO INDIVIDUIAMO ESATTAMENTE LADDOVE IL MIO CEDIMENTO DIVENTA VERAMENTE TALE, E COSI’ FACENDO FINALMENTE INCONTRA E CONSENTE IL TUO SLANCIO…!


OVVERO IL MIO CEDIMENTO DIVENTA ADESSO TE.

ABBANDONA ME E  SI TRASFORMA IN TE.

ABBANDONA LA CERTEZZA PER FAR POSTO ALLA POSSIBILITA’ (AL NUOVO), ALL’INDEFINIBILE. (AD UN NUOVO CHE NON E’, NE’ POTREBBE ESSERE, DEFINIBILE. CHE’ SE LO FOSSE NON SAREBBE, NE’ POTREBBE ESSERE, NUOVO…!)

QUESTA CONGIUNZIONE DI ME E DI TE E’ IN REALTA’ PER L’ESATTEZZA UNA TRASFORMAZIONE.

IN QUEL PUNTO LE NOSTRE DUE QUALITA’ SI INCONTRANO, SI FONDONO, RITORNANO UNO. PER POI NUOVAMENTE COMINCIARE SUBITO A RISEPARARSI.


OVVERO RITORNANO CIO’ CHE ERANO ALL’ORIGINE, E CIO’ CHE SONO EFFETTIVAMENTE IN OGNI MOMENTO, SEBBENE LA LORO NATURA CI RENDE SEMPRE CONTO DI SE’ CON LA FORMA DI DUE QUALITA’ SEPARATE, DIVERSE, OPPOSTE E INCONCILIABILI.




*    *    *



§ V. CEDIMENTO > SLANCIO > RESISTENZA



Allora di nuovo A:

CASPITA...!

SONO D’ACCORDO CON TE.

PERALTRO MI RICUORA NON POCO SAPERE CHE ALLORA C’E’ SEMPRE UN MOMENTO IN CUI NON SOLO CI INCONTRIAMO, MA ADDIRITTURA CI FONDIAMO, E DUNQUE ELIMINIAMO OGNI DIVISIONE ED OGNI SEPARAZIONE…!


MA ORA LASCIA CHE AGGIUNGA IO UNA COSA.

CHE DOBBIAMO DIRE ALLORA  DEL MOMENTO IN CUI SONO IO CHE INCONTRO TE?

MI SPIEGO.

TU DICI CHE CI INCONTRIAMO NEL MOMENTO IN CUI IL TUO CEDIMENTO LASCIA IL PASSO AL MIO SLANCIO.

E SIAMO D’ACCORDO.

MA CHE DIREMO ALLORA DEL MOMENTO IN CUI IL MIO SLANCIO INCONTRA LA TUA RESISTENZA, IL TUO MURO???


Risponde quindi B:

BEH...,

EVIDENTEMENTE ANCHE QUEL MOMENTO E’ UN INCONTRO.

O ALMENO COSI’ PARE CHE DEBBA ESSERE…

INFATTI SE NOI SIAMO DELLA STESSA SOSTANZA, ALLORA ANCHE QUANDO TU INCONTRI ME, OVVERO QUANDO TI SCONTRI CONTRO DI ME, ALLORA ANCHE IN QUEL MOMENTO LE NOSTRE DUE QUALITA’ SI INCONTRANO.


TUTTAVIA MI PARE DI NOTARE CHE ESISTE UNA DIFFERENZA DI QUALITA’ TRA I DUE INCONTRI.

INFATTI QUANDO IO CEDO A TE IL PASSO L’INCONTRO REALIZZA UNA “FLUIDIFICAZIONE”, UNA UNIONE, UNA FUSIONE, UN AVANZAMENTO, UN MOVIMENTO.

MENTRE QUANDO TU TROVI IL MIO MURO L’INCONTRO REALIZZA UN IRRIGIDIMENTO, UNA SEPARAZIONE, UNA DIVISIONE, UN BLOCCO, UNA FERMATA, UNO STOP.


IN ALTRE PAROLE QUANDO IO INCONTRO TE REALIZZIAMO INSIEME UN RINNOVAMENTO, UNA NOVITA’, UNA NUOVA VITA, UNA LIBERTA’, UNA POSSIBILITA’.


QUANDO INVECE TU INCONTRI ME INSIEME REALIZZIAMO UN ORDINE, UN ORDINE NATURALE ED UNIVERSALE, UN ORDINE PRECISO E RIGOROSO COME LA MATEMATICA, UNA CERTEZZA.


CIO’ CHE NOI REALIZZIAMO (CERTEZZA-CONSERVAZIONE) QUANDO TU INCONTRI ME SARA’ POI SOTTOPOSTO A MUTAMENTO QUANDO IO INCONTRERO’ TE (POSSIBILITA’-INNOVAZIONE).


COSICCHE’ DA LI’, DALL’INCONTRO DI ME CON TE, SI PRODURRA’ UN NUOVO ORDINE CONTRO IL QUALE TU SARAI CHIAMATA NUOVAMENTE A SCONTRARTI QUANDO SARAI TU AD INCONTRARE NUOVAMENTE ME, E CHE IO SARO’ CHIAMATA AD ABBANDONARE ED A RINNOVARE QUANDO SARO’ DI NUOVO IO AD INCONTRARE ANCORA

TE, E COSI’ VIA…


PARTE II



*    *    *




§ VI. ARMONIA




Riprende A:

MA ALLORA IN SOSTANZA STIAMO DICENDO CHE LA NATURA E L’UNIVERSO SONO INTANTO FATTI DELLA MEDESIMA SOSTANZA, E POI CHE QUESTA SOSTANZA SI MANIFESTA IN BLOCCHI ED IN AVANZAMENTI, E POI IN NUOVI STOP E NUOVI MOVIMENTI.

E GLI UNI E GLI ALTRI SONO UNA COSA SOLA, SONO PARTE DELLO STESSO TUTTO E SONO FATTI DELLA STESSA SOSTANZA, ED INSIEME FORMANO UNA ARMONIA.


Continua B:

SUPPONGO DI SI.

IN EFFETTI PERO’ POTREMMO SPINGERCI ORA A CHIEDERCI COME FUNZIONA QUESTA ARMONIA…!??!?

OVVERO.

SE ASSUMIAMO CHE QUANDO IO INCONTRO TE MI FLUIDIFICO E CON CIO’ CEDO AL TUO SLANCIO CONSENTENDOGLI DI VENIRE A NUOVA REALIZZAZIONE, E DI QUI POI ASSUMIAMO CHE SI CREA QUESTO AVANZAMENTO E QUESTO NUOVO, ALLORA DOBBIAMO ANCHE ASSUMERE CHE TALE MOMENTO ESSENDO UN MOMENTO DI RINNOVAMENTO SIA IN QUANTO TALE UN MOMENTO DEL TUTTO ORIGINANTE E ORIGINARIO.

E DUNQUE UN MOMENTO CHE NON CONOSCE PADRONI.

UN MOMENTO DEL TUTTO LIBERO.

UN MOMENTO SENZA PASSATO.

UN MOMENTO SENZA TEMPO.

E DUNQUE SIA IL PRESENTE STESSO.

E SUL QUALE SOLTANTO PUO’ ESSERE TOTALE (E DOVUTO) L’ARBITRIO PERSONALE.

 [DELLA SERIE: <“FA’ CIO’ CHE VUOI”, QUESTA E’ TUTTA LA LEGGE>. COME EBBE A DIRE QUEL SIMPATICO FOLLE STREGONE DI ALEISTER CROWLEY…!]


Ancora A:

MI PARE PROPRIO DI POTER DIRE COSI’.

IL PRESENTE RACCHIUDE INFATTI OGNI POSSIBILITA’.

    

-   EXTRA   -

-   IL PRESENTE   -

           […MA TECNICAMENTE IL PRESENTE VA VISTO SEMPRE IN MOVIMENTO ED IN MUTAMENTO. PER CUI NON RACCHIUDE IN SENSO ASSOLUTO E “DEFINITIVABILE” REALMENTE OGNI POSSIBILITA’. GIACCHE’ NEL SUO SCORRERE PERDE NECESSARIAMENTE UNA SERIE INDEFINITA ED INFINITA DI POSSIBILTA’ CHE PASSANO. SEBBENE PERO’ POSSA ED ANZI ABBIA IL CARATTERISTICO POTERE (CHE NE E’ INFATTI IL COSTITUENTE) SEMPRE DI CREARNE E TROVARNE ATRETTANTO INDEFINITE ED INFINITE DI NUOVE…!

E’ PROPRIO IN FORZA DI TALE CARATTERISTICA CHE IL PRESENTE NON POSSA, NE’ SAPPIA, MAI RESTARE LEGATO AL PASSATO PUR ESSENDO CIO’ CHE LO CREA, E CHE NON PUO’ FARE A MENO DI CREARE. NE’ DUNQUE POSSA O SAPPIA ESSERE LEGATO AL FUTURO PUR ESSENDO CIO’ CHE CREA IL TEMPO, E DUNQUE ANCHE IL FUTURO…!


-   EXTRA   -

-   PRESENTE E TEMPO   -

-   INFINITO ED INDEFINITO   -

           CONSIDERAZIONE: SE POTESSI COGLIERE ED ENTRARE STABILMENTE NEL PRESENTE DI CERTO ALLORA POTREI (DOVREI POTER) ENTRARE IN “OGNI TEMPO” SIA PASSATO CHE FUTURO. E PER GIUNTA IN OGNI TEMPO DI “OGNI LUOGO”.

LA LOGICA CONSEGUENZA DI CIO’ E’ CHE NON ESISTONO SOLO TANTI PRESENTI (DIEMNSIONI) QUANTI SONO, SONO STATI, E SARANNO GLI INFINITI ISTANTI DELL’INFINITO UNIVERSO INTERO, MA ANCHE TANTI PRESENTI (DIMENSIONI) QUANTI SONO, SONO STATI E SARANNO GLI ATTIMI DI OGNI SINGOLO PUNTO DELL’UNIVERSO STESSO.


           MA VI E’ PIU’.

SE INFATTI POTESSI ESSERE IL PRESENTE ALLORA POTREI ENTRANDOVI CAMBIARE ANCHE QUEGLI ATTIMI, IL CHE APPUNTO CI TRASPORTEREBBE DAL PIANO DELL’INFINITO AL PIANO DELL’INDEFINITO. POICHE’ OGNI SINGOLO ATTIMO AVREBBE INFINITE POSSIBILITA’ DI ESSERE.

ED AVERE INFINITE POSSIBILITA’ DI ESSERE SIGNIFICA ESSERE INDEFINITI.


           IN ALTRE PAROLE UN INFINITO CHE SIA SEMPRE IN MOVIMENTO E DUNQUE IN MUTAMENTO NON E’ AFFATTO INFINITO, MA E’ APPUNTO INDEFINITO.


           INFATTI ENTRIAMO NEL MONDO DELLE INFINITE POSSIBILITA’ ANCHE IN FUNZIONE DI UN SINGOLO PUNTO E PUR ANCHE SOLO CONSIDERANDO UN SUO SINGOLO ATTIMO!]


           INDEFINITO = INFINITO IN MUTAMENTO (MOVIMENTO).

   

           POICHE’ UN INFINITO CHE SIA IN MOVIMENTO E’ IN REALTA’ ED IN EFFETTI IN MUTAMENTO. SE INFATTI L’INFINITO SI MUOVE CIO’ SIGNIFICA CHE A MUOVERSI NELLO SPAZIO E NEL TEMPO SONO TUTTI I SUOI PUNTI. IL FATTO CHE TALI PUNTI SI MUOVANO AL PRESENTE IN UNO SPAZIO ED IN UN TEMPO DA’ AD ESSI (PUNTI) LA POSSIBILITA’ DI ESSERE/TROVARSI IN PUNTI INDEFINIBILI IN OGNI ISTANTE/PRESENTE.


           IL CHE CI PORTA A CONCLUDERE CHE L’INFINITO SIA GIA’ IN UN PUNTO ED IN UN SOLO ATTIMO. OVVERO POSSIAMO CONCLUDERE CHE L’INFINITO (COME LUOGO DELLO SPAZIO E DEL TEMPO) NON ESISTA E SIA UNA ILLUSIONE POICHE’ L’INFINITO E’ IN REALTA’ L’INDEFINITO.   

          

           E DI CONSEGUENZA CHE L’INFINITO ESSENDO IN REALTA’ INDEFINITO SIA GIA’ QUI ADESSO ED IN QUESTO STESSO MOMENTO. SIA QUINDI SEMPRE CON NOI ED IN NOI STESSI.


           PER CUI ANCHE A VOLERE CONSIDERARE MOLTEPLICI DIMENSIONI TEMPORALI ESSE FINIREBBERO PER ESSERE INDEFINITE ED INDEFINIBILI PIUTTOSTO CHE NON INFINITE E DEFINIBILI...!!!]      


(VED. PARTE V, § XIV. INFINITO ED INDEFINITO E § XV. FLUIRE)



TUTTAVIA ABBIAMO APPENA COMPRESO, IN FORZA DEI TUOI PRECEDENTI ARGOMENTI, CHE SIAMO INEVITABILMENTE E REALISTICAMENTE FATTI ANCHE DA SPAZIO E DA TEMPO, OVVERO DA TE.

(E QUESTO PER QUANTO LA CAUSA PRIMA DI CIO’ SIA IO STESSA ENERGIA…!)


CIO’ DUNQUE RENDE PRESSOCCHE’ IMPOSSIBILE VIVERE UNA DIMENSIONE TANTO LIBERA (DAL TEMPO) (E VELOCE) DA POTER ESSERE COSTANTEMENTE NEL PRESENTE. (DATO CHE E’ IL PRESENTE STESSO, OSSIA IO, A CREARE TE, MATERIA, ED IL TEMPO…!)

BISOGNEREBBE ESSERE APPUNTO ENERGIA PURA E LIBERA. (OVVERO UNA ENERGIA AVULSA DA OGNI SISTEMA E CHE IN QUANTO TALE NON CREEREBBE ALCUNCHE’ E DUNQUE NESSUN SISTEMA. …TUTTAVIA UNA TALE ENERGIA FAREMMO PERO’ FATICA PERSINO A CHIAMARLA TALE…!)


CAVOLO!

QUI SI IMPOPNE UNA SINTESI!!!!


INFATTI TALE LIBERTA’ E TALE ARBITRIO CHE AVREMMO SUL PRESENTE, OVVERO SUL MOMENTO ORIGINANTE DELLE COSE, FINISCE CON L’ESSERE FITTIZIO E DISTORTO SEMPRE A CAUSA DEL FATTO CHE IN CONCRETO CI DIVENTA IMPOSSIBILE VIVERE EFFETTIVAMENTE IL PRESENTE…!

PER CUI FINIAMO SEMPRE PER CONDURRE LE NOSTRE AZIONI PRESENTI NECESSARIAMENTE SULLA BASE DI RAGIONI O AZIONI CHE AFFONDANO NEL PASSATO E NEL SUPPOSTO FUTURO (IN FUNZIONE DI ESSO PASSATO), CON CIO’ TRASPOSTANDO E RESUSCITANDO IN PERPETUO CON NOI IL NOSTRO PASSATO NEL MOMENTO PRESENTE…!

CIO’ CON IL VEROSIMILE RISCHIO, SE NON PROPRIO CON LA CERTEZZA, DI PERDERE INVECE PROPRIO L’UNICA COSA CHE EFFETTIVAMENTE E ASSOLUTAMENTE POSSIAMO DIRE CHE C’E’ ED ESISTE CHE E’ INFATTI IL PRESENTE...! (OVVERO ALL’INVERSO, NELLA MIGLIORE DELLE IPOTESI, FINIREMMO PER AGIRE IN UNA SORTA DI COMPLETO CAOS - PAZZIA - CREATIVO, SENZA CAPO NE’ PIEDI, LADDOVE AGISSIMO SENZA AVERE UNA RELAZIONE CON QUALCOSA CHE CI PRECEDE E CON QUALCOSA CHE CI SEGUE…!)

…PARE QUINDI PROPRIO NON ESSERCI SCAMPO A QUESTA CONTRADDIZIONE.

 [DELLA SERIE “CONTRADICTIO EST REGULA VERI” COME DISSE GIA’ HEGEL…!]




*    *    *


§ VII. SINTESI




Allora B:

AH BEH, CARA MIA ENERGIA, LIBERARSI DEL TEMPO, OVVERO DI ME, E’ IMPRESA ARDUA, ANZI, PRESSOCCHE’ IMPOSSIBILE…!

E DUNQUE DI ME, DEL MIO RAPPORTO CON TE, E DELLA CONSEGUENTE CONTRADDIZIONE, AL MASSIMO POTREMMO PERNSARE DI ATTUTIRNE GLI EFFETTI.

DI MODO CHE, NOTANDO CHE IL TEMPO E LO SPAZIO SONO ANCHE LA TUA CASA, SI POSSSANO RIDURRE GLI EFFETTI NEGATIVI DI QUESTI SU DI TE…!

CHE SEI LA VITA. CHE QUINDI SEI IL PRESENTE.

E CHE DUNQUE DI QUESTA CONDIZIONE IN CUI NON TROVI ESPRESSIONE SOFFRI NON POCO…!

QUESTA SAREBBE GIA’ UNA BUONA SINTESI!


A:

E DUNQUE COME??

AVANTI DIMMI NON FARMI PENARE.


B:

VEDI, ABBIAMO COMPRESO BENONE COME IO FLUIDIFICANDOMI (PER BONTA’) IN PROSSIMITA’ DEL MOMENTO IN CUI TI CEDO IL PASSO (SINTETIZZANDOMI CON TE ED IN TE), CONSENTA A TE DI AVERE LA MEGLIO E DUNQUE DI RINNOVARE L’ESITENZA.

ORA PERO’ DOBBIAMO ANALIZZARE MEGLIO IL MOMENTO IN CUI TU INCONTRI ME, CON TUTTE LE MIE BARRIERE ED I MIEI ORDINI, PER CAPIRE SE E COME E PERCHE’ ANCHE TU POSSA RIUSCIRE A TROVARE UNA SINTESI IN ME E CON ME.


VEDI, COME INFATTI LA SINTESI CHE AVVIENE LADDOVE IO CEDO A TE IL PASSO CONSISTE IN UN MOMENTO IN CUI AD UN CERTO PUNTO IO TI DEBBA LIBERARE, ALLO STESSO MODO LA SINTESI DI CUI ORA PARLIAMO CONSISTE IN UN MOMENTO IN CUI TU TI DEVI ARRENDERE! IN CUI TI DEVI ARRESTARE!

PER CUI NELLA PRIMA LA SINTESI CONSISTE NEL FARE (RINNOVARE) DELLE COSE O NEL LASCIAR FARE DELLE COSE.

NELLA SECONDA LA SINTESI CONSISTE NELL’ACCETTARE DELLE COSE, COME SONO. NEL NON CREDERE ED INSISTERE CHE TUTTO SI POSSA FARE.


INFATTI, ANCHE SE IN TEORIA TUTTO E’ DAVVERO POSSIBILE FARE, BISOGNA ACCETTARE CHE NON TUTTO CI E’ DATO DI DOVER ESSERE FATTO.

NE’ TANTOMENO CHE TUTTO CI SIA DATO DI POTER ESSERE FATTO QUI, ORA ED ADESSO.

E CIO’ PROPRIO IN QUANTO C’E’ UN ORDINE UNIVERSALE CHE HA LE SUE REGOLE ED I SUOI TEMPI DI RELIZZAZIONE.

TEMPI RIGOROSI E PRECISI SIMILI A CALCOLI MATEMATICI DI COMPLESSITA’ INFINITESIMALE.

TEMPI DI RELIZZAZIONE CHE INFATTI SONO DI MIO INSONDABILE DOMINIO ED ATTI A VENIRE ALLA LUCE SOLO LADDOVE IO POI DISPONGO AMOREVOLMENTE DI CEDERE IL PASSO A TE CHE HAI IL DONO DELLA ENERGIA CHE RINNOVA.


QUESTO ORDINE E QUESTI TEMPI DI RELIZZAZIONE, ENTRAMBI ASSOLUTAMENTE INSONDABILI, RIGUARDO ALLE TUE RICHIESTE SONO NECESSARIAMENTE POSTI DA ME, CHE GOVERNO NELLA MIA CASA, PROPRIO PER TUTELARE IL DIRITTO ALLA ARMONIA DI TUTTI GLI ESSERI CHE VI ABITANO SENZA CHE ALCUNI PREVARICHINO SUGLI ALTRI.


ORA PERO’, ASCOLTA BENE PERCHE’ AGGIUNGO UN PUNTO FONDAMENTALE.

TI DICO INFATTI CHE TALE ORDINE E TALI TEMPI, I QUALI SONO ENTRAMBI DA ME IMMUTABILMENTE PRESTABILITI IN UNA CONCATENAZIONE RIGOROSA E PRECISA CONNESSA ALLE RIPERCUSSIONI DELLE TUE STESSE AZIONI NELLA MIA CASA, TUTTAVIA POSSONO E SONO MODIFICATI CONTINUAMENTE…!!!


Allora A:

COME SCUSA??!!?

NON CAPISCO!??!?

MI SEMBRA CHE TU TI SIA APPENA CONTRADDETTA…!!!??


B:

TI SPIEGO.

INTENDO DIRE, MIA CARA, CHE SE DA UN LATO VI E’ NECESSARIAMENTE ED OVVIAMENTE UNA CONCATENAZIONE ED UNA RIPERCUSSIONE, CIO’ NON TOGLIE CHE IL TUO INSOPPRIMIBILE ED INEVITABILE SLANCIO (= AMORE. NUOVO. CAPACITA’ DI ESSERE SEMPRE ORIGINARIO. OSSIA NUOVO E NON COLLEGATO AL PASSATO ED ALLA AZIONE PASSATA. OVVERO CAPACITA’ DI TRASCENDERE TRASFIGURARE PERDONARE OLTREPASSARE OGNI VOLTA E SEMPRE IN INCESSANTE CONTINUAZIONE) POSSA INDURMI A CEDERE ED A MODIFICARE LA (PREVISTA) CONCATENAZIONE E QUINDI LA RIPERCUSSIONE STESSA.

ED ANZI, E’ PROPRIO ESSO SLANCIO, PER COME ORA DESCRITTO, CHE E’ CIO’ CHE INEVITABILMENTE MI INDUCE A FARLO…!


[IN ALTRE PAROLE TRASFIGURARE I MIEI LIMITI CON IL PERDONO E’ CIO’ CHE CONSENTE DI OLTREPASSARLI E DUNQUE DI MODIFICARLI COSTANTEMENTE.]


E FACENDO CIO’ INFATTI IO MI FACCIO TUA COMPLICE, E PER QUESTO CO-REGGENTE, DELL’ATTO DEL RINNOVAMENTO (CREAZIONE).


-   EXTRA   -

[E CIO’ ANCORCHE’, SI INTENDE ORA, TUTTO DIPENDA E PARTA DALLA NECESSITA’ DI UN TUO SLANCIO, NEI TERMINI E NEI MODI DESCRITTI SOPRA OSSIA POSSIBILE ED AUTENTICAMENTE VERO E DUNQUE EFFICACE SOLO SE SI E’ SAPUTO OLTREPASSARE IN GRAZIA DEL PERDONO. DA ESSO SLANCIO (LA CUI PRE-CONDIZIONE E’ IL PERDONO) INFATTI DIPENDE IL FATTO DELLA MIA STESSA ESISTENZA-PRESENZA. E DA ESSO SLANCIO-LIBERTA’ (CHE ORA COMPRENDIAMO ESSERE IN NECESSARIA RECIPROCA E DIPENDENTE CONNESSIONE CON IL PERDONO, TALE PER CUI ESSI FORMANO UNA COSA SOLA) DIPENDE ANCHE IL FATTO DELLA MIA STESSA GRAZIA-BENEVOLA CONCESSIONE, SECONDO I MIEI TEMPI ED I MIEI RITMI. TEMPI E RITMI CHE SEMPRE TU INCONSAPEVOLMETE CREI E CHE SOLAMENTE TU PUOI CREARE. E CHE NONDIMENO, SEBBENE CREATI INCONSAPEVOLMENTE ED IN UN MODO CHE NON PUOI EVITARE DI FARE, FAI DIVENTARE REALTA’ (ORDINE, RITMO) ESISTENTE A TUTTI GLI EFFETTI.]


DUNQUE IO SONO CO-REGGENTE IN QUANTO SPEZZO (SPEZZIAMO INSIEME) LA CATENA CHE LEGA LA AZIONE SEGUENTE ALLA AZIONE DEL PASSATO, E CHE OBBLIGHEREBBE IL MIO PRE-VISTO ORDINE AD UNA PIU’ O MENO PRE-STABILITA AZIONE A VENIRE, E INVECE MI ACCINGO INSIEME A TE A RINNOVARE INTRODUCENDO SEMPRE NUOVA VITA (NUOVA CREAZIONE, NUOVA NOVITA’).

OVVERO IMMETTENDO QUALCOSA DI ASSOLUTAMENTE ORIGINARIO ED ORIGINANTE CHE NON HA ALCUN LEGAME CON IL PASSATO.


-   EXTRA   -

[NUOVA CREAZIONE DA CUI, TECNICAMENTE PARLANDO, SONO IO STESSA MATERIA A SORGERE CON TUTTA LA MIA CASA E CON IL MIO ORDINE, E CHE APPUNTO NEL MOMENTO IN CUI TRAMONTO (OSSIA MI SCOMPONGO MI SEMPLIFICO MI DESTRUTTURO MI INDEFINISCO MI TRASFORMO MI TRASFIGURO) SPINGO E CONSENTO INVECE TE DI SORGERE. FINCHE’ ALLORA TU, GIUNGENDO AL PUNTO PIU’ ALTO DELLA TUA CORSA CREATIVA, NON DAI - TECNICAMENTE - ORIGINE A ME, E COSI’ VIA…]


PROPRIO COME ALL’OPPOSTO DOVREMO RICONOSCERE A TE, LADDOVE COSCIENTEMENTE RICONOSCI LA GIUSTEZZA DEL LIMITARE IL TUO SLANCIO DI FRONTE A ME, DI ESSERE MIO COMPLICE, E CO-REGGENTE CON ME, DEL MOMENTO CHE PRESERVA, CUSTODISCE E CONSERVA UN DATO E PREVISTO ORDINE…!!!


Quindi A:

WOW!!!

NON CI AVEVO PENSATO!!!

BEH…, CERTO CHE E’ COSI’!!!


Allora  ancora B:

ASPETTA UN ATTIMO, NON HO ANCORA FINITO.

INFATTI, SARA’ PURE VERO CHE LADDOVE NOI DUE INSIEME, CIASCUNO CON IL SUO COMPITO, IMMETTIAMO NOVITA’ E VITA, TUTTAVIA CONTRIBUIAMO PER FORZA CREANDO NUOVE AZIONI A CREARE ANCHE NUOVI PASSATI E DUNQUE NUOVE RIPERCUSSIONI E NUOVE CONCATENAZIONI CHE SARANNO NUOVAMENTE RI-PRESTABILITE.

MA ALLORA SARA’ ANCHE E SEMPRE VERO CHE TALI RIPERCUSSIONI E CONCATENAZIONI, CHE ORA SI SONO NUOVAMENTE RI-PRESTABILITE, SARANNO A LORO VOLTA NUOVAMENTE MODIFICABILI E RINNOVABILI IN GRAZIA DEL MIO BENEVOLO INTERVENTO (CONFIGURABILE COME UNA CEDEVOLE, BENEVOLE, GRAZIA) SULLA SPINTA DEL TUO AUTENTICO AMORE-PERDONO-SLANCIO (=ENERGIA)…!!!

E COSI’ VIA… E VIA… E VIA…


























Torna ai contenuti