segni zodiaco - Galleria Roma Siracusa

Galleria Roma Siracusa
Galleria Roma Siracusa
Vai ai contenuti

segni zodiaco

amici galleria > Italia Andrea
ARIETE: 1
cardinale, maschile, fuoco, marte, gradi (0)360-30, 22 marzo - 20 aprile

E’ L’INIZIO. E’ L’AZIONE. E’ LA LUCE. E’ LA VOLONTA’. E’ L’ALBA.
E’ IL PURO SE’ CHE HA INIZIO. E CHE MAN MANO CHE SI ALLONTANA CREA SEMPRE PIU’. COSTRUISCE SEMPRE DI PIU’.
DA ESSERE PIANO PIANO COMINCIA AD AVERE.
L’AZIONE HA NECESSARIAMENTE ED INTRINSECAMENTE BISOGNO DI UN OGGETTO VERSO CUI DIRIGERSI ED ONDE POTERSI DIRE TALE.
TUTTAVIA E’ E RESTA IN SE’ SOLO AZIONE E NON ANCHE OGGETTO, SEBBENE SIA IMMEDIATAMENTE AD ESSO OGGETTO LEGATA DA UN RAPPORTO DI RECIPROCITA’ E DI INTRINSECA NECESSITA’.
DI MODO CHE POTRA’, E SAPRA’, ED AVRA’ IL BISOGNO INTERNO DI RINNOVARSI SEMPRE E COSTANTEMENTE E DI DIRIGERSI SEMPRE VERSO NUOVI OGGETTI, I QUALI SONO LE SUE CREAZIONI, SENZA PERO’ MAI RESTARE LEGATO AD ESSI.
SI’, APPUNTO, DA POTERNE SEMPRE CREARE DI NUOVI.

“A TE, ARIETE, AFFIDO IL COMPITO DELLA CREAZIONE. PER FARE QUESTO TI FACCIO DONO DELLA ENERGIA.
ESSA IN TE SARA’ VOLONTA’ ED AUDACIA.
E POICHE’ IL TUO COMPITO NON CONOSCERA’ MAI FINE TI CHIEDERO’ DI NON FERMARTI MAI.
E POICHE’ RICHIEDE ALTRESI’ GROSSI RISCHI E GRANDE RAPIDITA’ QUANDO AVRAI FATTO UNA SCELTA TI COMANDERO’ DI NON VACILLARE.
TI E’ FATTO DIVIETO DI GUARDARTI INDIETRO COSI’ COME DI LEGARTI ALLE TUE CREAZIONI.”


TORO: 2
fisso, femminile, terra, venere, gradi 30-60, 21 aprile - 20 maggio

E’ L’OGGETTO.
E’ LA MATERIA.
E’ ESATTAMENTE CIO’ CHE HA APPENA CREATO L’ARIETE.
E’ CIO’ CUI L’ARIETE E’ CONNESSO ED A CUI ESSO TENDE SEBBENE NON NE RESTI MAI LEGATO.
AL CONTRARIO IL TORO E’ STABILMENTE FOCALIZZATO SU CIO’ CHE L’ARIETE GLI HA DATO.
IL TORO DUNQUE E’ INVECE LEGATO ALLA MATERIA CHE GIA’ ORMAI  ESISTE.
E’ PRIVO DELLA INTRINSECA SPINTA INNOVATRICE DELL’ARIETE PER CUI INVECE CONVOGLIA TUTTA QUELLA SPINTA, CHE QUINDI PERCIO’ AUMENTA, VERSO ED ENTRO IL MONDO CHE GIA’ CONOSCE SENZA AVVERTIRE ALCUN BISOGNO DI CAMBIARE NE’ TANTOMENO DI INNOVARE. EGLI ACCRESCE IL CREATO ESISTENTE, CHE L’ARIETE ABBANDONA PER CREARE DELL’ALTRO.

“A TE TORO AFFIDO IL COMPITO DI CONTINUARE CIO’ CHE L’ARIETE HA INIZIATO.
TUO E’ QUINDI IL DOVERE DI NON CAMBIARE IDEA E DI PRESERVARE ED AUMENTARE IL CREATO.
PER FARE CIO’ TI FARO’ DONO DELLA FORZA E DELLA SERENITA’.
E AFFINCHE’ IL TUO COMPITO VENGA DA TE MEGLIO SVOLTO TI COMANDERO’ DI NON FARE DOMANDE E DI OBBEDIRE CON DOCILITA’


GEMELLI: 3
mobile, maschile, aria, mercurio, gradi 60-90, 21 maggio – 21 giugno

E’ L’INTELLETTO.
E’ IL LUOGO DOVE L’AZIONE DELL’ARIETE E L’OGGETTO DEL TORO, I DUE ELEMENTI CHE ORMAI ESISTONO, TROVANO IL CONFRONTO. E’ IL PRODOTTO DEI PRIMI DUE.
E’ DUNQUE UN ELEMENTO NUOVO, SIA RISPETTO AL TORO IL QUALE ERA CONNESSO E CONSEGUENTE ALL’ARIETE E SIA RISPETTO ALL’ARIETE IN QUANTO NON PIU’ DIPENDENTE E LEGATO A QUESTI. PIUTTOSTO INTRODUCE UN ASPETTO INNOVATIVO CHE E’ RAPPRESENTATO DALLA ANALISI DEI PRIMI DUE.
TALE NOVITA’ E’ QUINDI L’INTRODUZIONE, IL PRELUDIO, DI UNA SUCCESSIVA E NUOVA FASE IN QUANTO IL GEMELLI COSTITUISCE LA MATURAZIONE ED IL SUPERAMENTO DI QUELLA PRECEDENTE.
QUESTO ASPETTO DI TRASFORMAZIONE FA DI ESSO IL PRIMO DEI SEGNI MOBILI, DI MOVIMENTO, DI CAMBIAMENTO, DI COLLEGAMENTO.
IL GEMELLI QUINDI NON HA PIU’ TIMORE DI RESTARE DOVE LO AVEVA LASCIATO L’ARIETE E DUNQUE SALUTA IL TORO PERCHE’ DEVE MUOVERSI ED ANDARE AVANTI.
HA BISOGNO DI QUALCOSA DI PIU’ DEL SEMPLICE OGGETTO.
PERCEPISCE CHE AL DI LA DELL’OGGETTO E DELLA MATERIA C’E’ NECESSARIAMENTE DELL’ALTRO.
IL SUO SFORZO ED IL SUO SFOGO SONO TESI SIA INTELLETTUALMENTE SIA FISICAMENTE A CERCARE QUESTO “QUALCOSA IN PIU’”.
ANZI, IL SUO INSOPPRIMIBILE BISOGNO DI MOVIMENTO E DI LIBERTA’ SONO INSIEME IL SINTOMO ED IL SEGNALE EVIDENTE CHE QUESTO QUALCOSA CERTAMENTE CI SIA.
PER CUI SA CHE DEVE ANDARE E TUTTAVIA NON RIESCE A SAPERE DOVE. SAPPIAMO CHE C’E’ QUALCOSA DA CONTESTARE, DA SUPERARE E TUTTAVIA NE SIAMO INTRAPPOLATI.IN SOSTANZA SI HA L’IMPRESSIONE DI PERDERSI NEL TROPPO INTELLETTO CHE FINISCE PER NON DIVENTARE MAI QUALCOSA DI REALE.

“A TE GEMELLI DARO’ IL COMPITO DI TRASFORMARE IL SEME DELL’ARIETE E LA NATURA DEL TORO ELEVANDOLI ENTRAMBI.
PER QUESTA MISSIONE TI FARO’ IL DONO DELLA COMUNICAZIONE E PORRO’ AL TUO SERVIZIO L’INTELLETTO. FANNE BUON USO SENZA ESSERNE PREDA.
TRARRAI DA ESSO IL MASSIMO RISULTATO POICHE’ AVRAI IL DOVERE DI PORTARE A COMPIMENTO LA TUA MISSIONE SOLO CON QUESTO MEZZO. SICCHE’ INFINE AVRAI LA CAPACITA’ DI COMUNICARLA AL MONDO.”





CANCRO: 4
cardinale, femminile, acqua, luna, gradi 90-120, 22 giugno – 21 luglio

E’ LA NASCITA. E’ LA FECONDAZIONE. E’ LA RIPRODUZIONE.
E’ LA VITA. E’ IL FEMMINILE.
E’ L’ACQUA DELLA VITA CHE SORGE DAGLI ABISSI REMOTI DEL TEMPO E DEL PASSATO E DALLE PROFONDITA’ DELL’INCONSCIO FINO A GIUNGERE IN SUPERFICIE.
ED IL GRANCHIO DIFATTI E’ ANIMALE CHE VIVE PROPRIO IN PROSSIMITA’ DELLA SUPERFICIE.
TOCCHERA’ AD ALTRI PROSEGUIRE IL SENTIERO CHE PORTA IN CIELO.
LA RIVOLUZIONE INIZIATA DAI GEMELLI E’ GIUNTA A COMPIMENTO.
I GEMELLI HANNO DUNQUE TRASFORMATO L’ENERGIA INDISTINTA DELL’ARIETE E LE COSE DEL TORO IN QUALCOSA DI NUOVO.
SI APRE UNA NUOVA FASE.
QUALCOSA DI NUOVO E’ ADESSO ACCADUTO. LA CREAZIONE E’ COMPLETA.
ORA FINALMENTE E’ GIUNTA LA VITA CON IL CANCRO.
ADESSO IL MONDO E’ VIVENTE. HA INIZIO UN ANIMA. HA INIZIO UNA COSCIENZA.
IN TALE NUOVO INIZIO STA LA CARATTERISTICA DEL CANCRO.
ESSO E’ ESCLUSIVAMENTE ORIENTATO E GUIDATO DA QUESTO ARGOMENTO.
OVVERO VERSO CIO’ CHE PRODUCE UNA COSCIENZA, E DUNQUE VERSO IL CONCEPIMENTO.
CORRELATIVAMENTE SARA’ LEGATO AI TEMI DELLA CASA, DELLA FAMIGLIA, DELLA MADRE E DELLA MATERNITA’, ED CONSEGUENTEMENTE AI BISOGNI CHE PER TALI FINI DEVONO ESSERE SODDISFATTI.
EGLI TROVA DUNQUE IN TALI TEMATICHE LA RAGIONE DELLA SUA ESISTENZA.
NOTEREMO PERO’ CHE SEBBENE DI NUOVO INIZIO SI TRATTI QUI NON SIAMO IN PRESENZA DELLA DINAMICITA’ DELL’ARIETE, INFATTI QUI SIAMO GIA’ ARRIVATI AD AVERE TUTTO CIO’ CHE LA CREAZIONE AVEVA DA DARE PER CUI QUI SI TENDE A CONSERVARE, A PROTEGGERE, A DIFENDERE, E POSSIBILMENTE AD ACCUMULARE.

“A TE CANCRO AFFIDO IL COMPITO DI PORTARE LA VITA NELLA CREAZIONE.
E COSI’ RENDERLA COMPLETA.
PER QUESTO OBIETTIVO TI FARO’ IL DONO DELL’AFFETTO E DELLE EMOZIONI.
DOVRAI USARE QUESTI DONI COME TUO PROPULSORE E NON PER IMPRIGIONARE.
MOSTRERAI AL MONDO LA NATURA DI ESSI.
E TESTIMONIERAI AL MONDO CHE ESSO VIVE GRAZIE A TALI DONI.
AFFINCHE’ TU SAPPIA FARE CIO’ IN MODO INECCEPIBILE TI SARA’ FATTO DIVIETO DI MESCOLARE LE EMOZIONI CON L’ENERGIA.”



LEONE: 5
fisso, maschile, fuoco, sole (pianeta Terra), gradi 120-150, 22 luglio - 22 agosto

E’ LA CONSAPEVOLEZZA. E’ IL CUORE. E’ IL CALORE.
E’ LA SINTESI. E’ LA STORIA.
QUELL’ANIMA, QUELLA COSCIENZA, CHE ERA APPENA NATA CON IL CANCRO ORA CRESCE.
SI FA ADULTA, DIVENTA GRANDE E MATURA.
SIAMO DI FRONTE ALL’ UOMO CHE A CONTATTO CON LA SUA COSCIENZA HA LA FIDUCIA E LA FACOLTA’ DI REGNARE SUL CREATO ORMAI COMPIUTO.
DALLA FACOLTA’ DI REGNARE CONSEGUE LA CARATTERISTICA DELLA GENEROSITA’ E DELLA CAPACITA’ DI ORGANIZZARE.
SI SARA’ TUTTAVIA PRICIPALMENTE FOCALIZZATI SULLA PROPRIA COSCIENZA, E CIO’ A DISPETTO DI QUELLE ALTRUI, GIACCHE’ DI QUESTO PERSONALE REGNO CI SI SENTE L’UNICO CENTRO. AVREMO QUINDI UN ORGOGLIO ESAGERATO.

“A TE LEONE AFFIDO IL COMPITO DI PORTARE FIDUCIA E CALORE NEL CREATO.
PER QUESTO FINE TI FARO’ DONO DEL CORAGGIO, CHE PORRO’ NELLA TUA COSCIENZA.
USALO CON SAPIENZA, SENZA BRUCIARE TE STESSO NE’ GLI ALTRI.
LA FIDUCIA IN TE STESSO FARA’ DA ESEMPIO AL MONDO E LA TUA SOLA PRESENZA LA INFONDERA’ AL PROSSIMO. ESSA SARA’ ASSOLUTAMENTE LIBERATA DAGLI OGGETTI DEL MONDO E CIO’ NE MOSTRERA’ L’ORIGINE DIVINA.”





VERGINE: 6
mobile, femminile, terra, mercurio, gradi 150-180, 23 agosto - 21 settembre

E’ L’ ANALISI.
E’ IL SERVIZIO. E’ LA DEDIZIONE.
QUELLA CONSAPEVOLEZZA, QUEL CALORE DEL LEONE COMINCIA QUI UNA NUOVA FASE.
INIZIA UNA NUOVA TRASFORMAZIONE.
L’ANIMA NON E’ PIU’ FERMA SU SE STESSA MA COMPRENDE CHE ANCHE ESSA FA PARTE DI UN TUTTO, DI UN FLUSSO CHE E’ SEMPRE IN MOVIMENTO.
DI QUI LA VERGINE HA LO SCOPO DI PORRE QUESTA CONSAPEVOLEZZA AL SERVIZIO DEL FLUSSO, OVVERO DI METTERLA IN SINTONIA CON IL TUTTO CHE E’ IN PERENNE MOVIMENTO.
SARA’ DUNQUE INSTANCABILMENTE LABORIOSA. POTRA’ ESSERE PRECISA FINO ALL’ECCESSO PER QUESTO BISOGNO DI ORDINARE E DI METTERE TUTTO AL SUO POSTO, TUTTO AL GIUSTO SERVIZIO DEL FLUSSO, CHE ELLA VORREBBE QUINDI ATTRAVERSO L’ORDINE RENDERE PERFETTO. IN CIO’ STA IL SUO DRAMMA.
INFATTI, COME PRIMA IL GEMELLI, QUI LA VERGINE RISULTA INTRAPPOLATA, PRIGIONIERA DELLA SUA STESSA RISPOSTA. GIACCHE’ QUESTA NON SARA’ MAI SUFFICIENTE A COMPRENDERE CIO’ CHE HA DA VENIRE.

“A TE VERGINE AFFIDO IL COMPITO DI SELEZIONARE E SEPARARE CIO’ CHE FIN QUI E’ STATO DI BUONO E DI UTILE DA CIO’ CHE NON LO E’.
A TAL FINE TI FARO’ DONO DELLA DEDIZIONE E DELLA ANALISI.
IN VISTA DI QUESTA MISSIONE SARA’ TUO PRECISO DOVERE OCCUPARTI ESCLUSIVAMENTE DI COSE CONCRETE. STA A TE INFATTI CONSERVARE QUANTO DI BUONO VI E’ TRA QUESTE, E SCARTARE IL RESTO.
NON TI DARO’ PERCIO’ ACCESSO A CIO’ CHE NON VEDI ONDE LA TUA CONCENTRAZIONE ED ATTENZIONE SUL TUO LAVORO SIANO MASSIME.”





BILANCIA: 7
cardinale, maschile, aria, venere, gradi 180-210, 22 settembre - 21 ottobre

E’ IL PENSIERO. E’ DI NUOVO L’INIZIO. E’ IL TRAMONTO.
E’ ANCORA UNA VOLTA L’AZIONE.
E’ L’ALTRO DA SE’. E’ IL RISPETTO. E’ LA LEGGE.
E’ NUOVAMENTE CREAZIONE.
INDICA LA PRESENZA DI UN ALTRO NUOVO SEMI-GIRO.
E PERCIO’ INDICA CHE LA CREAZIONE NON HA MAI FINE. ..UNA VOLTA TORNATI DOVE ERAVAMO PARTITI (ARIETE) DA LI SAREMO NUOVAMENTE SPINTI IN AVANTI, E COSI’ VIA.
IL LAVORO CHE DEDIZIOSAMENTE E FRENETICAMENTE LA VERGINE SVOLGE ASSUME UNA VORTICOSITA’ SEMPRE CRESCENTE. I TENTATVI DI QUESTA DI PORRE OGNI COSA AL SUO POSTO MAN MANO FALLISCONO DI FRONTE AL COSTANTE AUMENTO DELLA VELOCITA’.
E’ PROPRIO IN CIO’ CHE STA LA DIFFERENZA TRA VERGINE E BILANCIA.
GIUNGE UN PUNTO IN CUI LA VERGINE RESTERA’ DOVE E’, MENTRE LA BILANCIA SARA’ PURO E SEMPLICE INIZIO FATTO PER ANDARE NUOVAMENTE AVANTI.
SPECULARMENTE, IN TUTTO SIMILE ALL’ARIETE ED AI SUOI CONTENUTI
SE INFATTI L’ARIETE E’ LA PURA AZIONE, CHE AVEVA DUNQUE BISOGNO SEMPRE ED IN CONTINUAZIONE DI UN OGGETTO MATERIALE, QUI E’ IL PURO PENSIERO CHE PARIMENTI AVRA’ COMUNQUE E PUR SEMPRE BISOGNO IN CONTINUAZIONE DI UN OGGETTO DEL PENSIERO. SEBBENE ANCHE QUI AD ESSO NON SE NE RESTI MAI LEGATI SICCOME TROPPO GRANDE E’ L’INSOPPRIMIBILE SPINTA E LA LIBERTA’ DI PENSARE.
E DUNQUE DI CREARE, SEMPRE NUOVE COSE E NUOVI OGGETTI.

“A TE BILANCIA AFFIDO IL COMPITO DI COMPLETARE LA CREAZIONE DANDO AVVIO AL REGNO DELLO SPIRITO E DELL’INVISIBILE. SARAI LA PORTA ATTRAVERSO CUI IL MONDO AVRA’ ACCESSO AL MIO REGNO.
A TAL FINE TI FARO’ DONO DEL PENSIERO. ED IN TE ESSO SARA’ INTELLIGENZA.
GRANDE E SENZA PAUSA E’ LA TUA MISSIONE. NON CONOSCERA’ MAI SOSTE E PER QUESTO TI SARA’ VIETATO DI GUARDARE INDIETRO COME PURE DI LEGARTI AI TUOI PENSIERI.
TI IMPEDIRO’ TUTTAVIA DI DISCERNERE CON CHIAREZZA IL VERO DAL FALSO COSI’ COME IL VERO BENE DAL MALE, E CIO’ AFFINCHE’ LA POTENZA CREATIVA DEL TUO PENSIERO SIA MASSIMA.”





SCORPIONE: 8
fisso, femminile, acqua, marte, gradi 210-240, 22 ottobre - 22 novembre

E’ IL GIUDIZIO. E’ L’OGGETTO DEL PENSIERO.
E’ MATERIA ANCHE LADDOVE MATERIA ANCORA NON VI SIA.
SCORGE MATERIA PRIMA ANCORA CHE ESSA VENGA IN ESSERE.
ANCHE DOVE NON C’E’.
LO SCORPRIONE CONSISTE IN QUESTO.
IL FATTO DI RIUSCIRE A VEDERE MATERIA PERFINO NELL’INVISIBILE NON LASCIA ALCUNO SPAZIO PER LO SPIRITO.
PER QUESTO MOTIVO VIENE IDENTIFICATO CON IL MALE. CON IL PECCATO E DI CONSEGUENZA CON LA MORTE. CON LE OSSESSIONI. CON IL SESSO.
QUEST’ULTIMO IN QUANTO ANCHE POSSESSO PSICOLOGICO DELL’ALTRO.
TALI CARATTERISTICHE, COME DETTO, RISCHIANO INVECE DI POSSEDERE LUI.
LO SCORPIONE E’ ALLORA LA PAURA.
D’ALTRA PARTE ESSO E’ FONDAMENTALE AL PROSEGUIO DELLA CREAZIONE DEL REGNO DELLO SPIRITO.
AL PARI DEL TORO, SUO DIRIMPETTAIO E MATERIALISTA PRIMAVERILE, HA IL COMPITO DI CONTINUARE CIO’ CHE LA BILANCIA HA INIZIATO MA CHE HA POI ABBANDONATO PER DEDICARSI ALLA CREAZIONE DI UN NUOVO SUCCESSIVO PENSIERO.
EGLI DUNQUE HA LA FORZA E LA CAPACITA’ DI SCAVARE NEL PROFONDO DELL’ANIMO UMANO. DOVE, AI SUOI OCCHI, TROVA SEMPRE E COMUNQUE MATERIA.
SARA’ DUNQUE IN NOME DI QUESTA, E PER NON SPROFONDARE NELLE PAURE CHE ESSA SCATENA, CHE E’ CAPACE DI PROSEGUIRE CIO’ CHE LA BILANCIA GLI LASCIA DA FARE, SENZA PORSI TROPPE DOMANDE E DUNQUE OBBEDENDO ANCHE MOLTO DOCILMENTE.

“A TE SCORPIONE, AL TUO OCCHIO ED ALLA TUA MENTE, AFFIDO IL COMPITO DI FARE LO SPAZIO PER LA MIA GLORIA. PER FARE QUESTO DOVRAI INFATTI FORMARE, METTERE A NUDO E RICONOSCERE TUTTE LE DEBOLEZZE E LE PAURE DEL MONDO.
ED A TAL FINE TI FARO’ UN DONO PARTICOLARE MA NECESSARIO: LA PAURA.
SARA’ GRAZIE AD ESSA CHE SARAI SPINTO AD INDAGARE LUOGHI OVE NESSUNO OSEREBBE E CON QUESTA INDAGINE LI FARAI ESISTERE.
CORRERAI SEMPRE IL RISCHIO DI SPROFONDARE NEL TUO DONO (COSI’ COME GLI ALTRI CON IL PROPRIO) DAL QUALE TI DIFENDERAI CON L’OBBEDIENZA E LA DOLCEZZA.
NON TI SARA’ CONCESSO DI CONOSCERE LA LUCE ED IL CORAGGIO, SICCHE’ NON POTRAI DA SOLO SUPERARE LE TUE PAURE, AFFINCHE’ TU SIA QUELLA PROVA CHE SERVE AL MONDO.
POICHE’ SARA’ SOLO TRASFIGURANDO TE E SUPERANDO LE TUE COSTRUZIONI CHE IL MIO REGNO GIUNGERA’ ALLA PIENEZZA.”




SAGITTARIO: 9
mobile, maschile, fuoco, giove, gradi 240-270, 23 novembre - 21 dicembre

E’ LA FEDE. E’ IL SALTO.
E’ UN CENTAURO CHE SCAGLIA UNA FRECCIA NEL CIELO.
NON POTRA’ SAPERE DOVE LA FRECCIA FINIRA’, DAVANTI A LUI STA UNA MONTAGNA (IL CAPRICORNO), EPPURE SENTE CHE LA DEVE SCAGLIARE LO STESSO! LA GETTERA’ NELL’INFINITO. SARA’ IL PESCI, AL DI LA DEL MONTE, CHE LE DARA’ UNA FORMA E LA RIPORTERA’ ALLA LUCE.
E’ CIO’ CHE CONSENTE DI TOCCARE, DI PERCEPIRE, DI ARRIVARE LA’ DOVE LA VISTA E I SENSI COMUNI NON CI ACCOMPAGNANO PIU’. E’ CIO’ CHE CI CONSENTE DI SUPERARE IL MONDO CHE SI FERMEREBBE ALTRIMENTI ALLO SCORPIONE.
LA TENSIONE AVVERTITA DALLO SCORPIONE E’ INFATTI GIUNTA A LIVELLI INSOPPORTABILI. NEMMENO LA PAURA E L’OBBEDIENZA RIESCONO PIU’ A CONTENERLA.
QUI SI MANIFESTA UNO SFOGO, UNA RIBELLIONE, UNA RIVOLTA CONTRO TUTTA QUELLA MATERIA CHE AVEVA COSTRUITO E CONTENUTO LO SCORPIONE.
TALE SINTOMO E’ IL CHIARO SEGNALE CHE CI SIA DELL’ALTRO OLTRE IL BUIO.
TUTTAVIA, COME GIA’ IL GEMELLI, ANCHE QUI SI AVVERTE LA SPINTA AD ANDARE AVANTI PUR NON SAPENDO DOVE SI DEBBA ANDARE.
COME IL GEMELLI QUINDI SARA’ CARATTERISTICO IL BISOGNO DI MOVIMENTO E DI LIBERTA’, INTESI ANCHE QUI SIA FISICAMENTE CHE MENTALMENTE.

“A TE SAGITTARIO AFFIDO UN COMPITO NOBILE E FONDAMENTALE, DOVRAI MOSTRARE AL MONDO COME GIUNGERE A ME. PER FARE CIO’ TI FARO’ IL DONO PIU’ BELLO: LA FEDE.
IN ESSA TROVERAI CORAGGIO E GENEROSITA’.
PER MEZZO DI ESSA IL TUO CUORE ASCOLTERA’ LA MIA VOCE E SI LASCERA’ GUIDARE PIENO DI FIDUCIA DA ME. TI CHIEDERO’ DI NON DISCUTERE INVANO CON ME, MA DI IMPARARE AD ACCETTARE DI BUON CUORE LE MIE DISPOSIZIONI.
VEDRAI ALLORA CHE IO SARO’ SEMPRE CON TE AL TUO FIANCO.”






CAPRICORNO: 10
cardinale, femminile, terra, saturno, gradi 270-300, 22 dicembre - 19 gennaio

E’ IL POTERE COSTITUITO. E’ IL TEMPO.
E’ LA MORTE, IN QUANTO TRAPASSO ED INELUTTABILITA’ DELLO STESSO.
E’ TUTTO CIO’ CHE DI DURO E DI INEVITABILE C’E’ IN QUESTA REALTA’.
E’ ANCHE L’INGRESSO A TUTTI GLI EFFETTI NEL REGNO DELLA PIENEZZA.
COME IL CANCRO ERA L’INGRESSO DELL’ANIMA E DELLA COSCIENZA IN QUESTO MONDO, NEL CREATO, EGUALMENTE QUESTO E’ L’INGRESSO DELLA COSCIENZA E DELL’ANIMA NEL REGNO DEI CIELI.
ADESSO IL REGNO E’ VIVO PERCHE’ HA UN ANIMA ED UNA COSCIENZA CHE LO ABITANO.
IN TALE INGRESSO, CHE E’ UN NUOVO INIZIO, STA LA CARATTERISTICA DEL CAPRICORNO. ESSO E’ ORIENTATO E GIUDATO FONDAMENTALMENTE DA TALE ARGOMENTO (MORTE; BINOMIO MORTE-NASCITA).
IL SUO LEGAME CON IL SACRIFICIO, CON IL DOVERE, CON L’ABNEGAZIONE E’ IN VIRTU’ DEL FATTO CHE ESSO, IDENTIFICANDOSI CON LA MORTE, SENTE LA NECESSITA’ DELLA SICUREZZA, DELLA SOLIDITA’ E DELLA RIPRODUZIONE.
INFATTI POICHE’ SOLO TALI MEZZI ASSICURANO ALL’UMANITA’ LA SUA CONTINUITA’, PARIMENTI (DOPO LA MORTE) ASSICURANO EGUALE CONTINUITA’ AL REGNO DEI CIELI.
NOTEREMO INFATTI NON POCHE ANALOGIE CON IL SUO CORRISPONDENTE ESTIVO CANCRO, CHE AL CONTRARIO SI IDENTIFICA CON LA NASCITA, PROPRIO PERCHE’ PER ACCEDERE AL REGNO DEI CIELI UNA COSCIENZA ED UN ANIMA LA SI DOVRA’ PUR SEMPRE AVERE E PER AVERLA SARA’ DUNQUE NECESSARIO IL CONCEPIMENTO E LA VITA.
IL CAPRICORNO, AL PARI DI QUELLO, E’ INFATTI “IL PRINCIPIO FEMMINILE”.
SE INFATTI LA NASCITA E’ FEMMINILE, EGUALMENTE LO SARA’ LA MORTE.
DI QUI LA SUA INDOLE CONCRETA E SOLIDA, MA SCARNA PERCHE’ E’ PURAMENTE E SEMPLICEMENTE CIO’ CHE E’, PRIVA DI SOVRASTRUTTURE.

“A TE CAPRICORNO AFFIDO IL COMPITO DI FORMARE IL MIO REGNO. PER UN COMPITO COSI’ ALTO TI FARO’ DONO DELLA AMBIZIONE.
TU CHE SEI LA MIA PORTA, SARAI COME UNA MONTAGNA CHE VA SCALATA. MOSTRERAI CHE SENZA SACRIFICIO, SOFFERENZA E RINUNCIA, SENZA TRASCENDERE CIO’ CHE LO SCORPIONE HA LASCIATO, NON V’E’ SPAZIO PER LA GLORIA.
USERAI LE TUE EMOZIONI PER CONOSCERE IL MONDO ED IMPARARE A TRASCENDERLO.
SARAI DURO ED ASPRO POICHE’ TI E’ FATTO DIVIETO DI ESSERE INDULGENTE CON TE STESSO.
INFATTI NON POTRAI TRASCENDERE LA TUA STESSA AMBIZIONE.”




ACQUARIO: 11
fisso, maschile, aria, urano, gradi 300-330, 20 gennaio - 19 febbraio

E’ IL REGNO DELLA PIENEZZA. E’ IL REGNO DEI CIELI.
CHE IL CAPRICORNO FORMA E A CUI DA’ ACCESSO.
E’ IL DISTACCO. E’ TRASCENDENZA PURA.
ADESSO L’ANIMA E LA COSCIENZA CHE ABITA QUI E’ CRESCIUTA ED E’ GIUNTA A MATURAZIONE.
NON E’ PIU’ FOCALIZZATA SULLA SUA AMBIZIONE, SUL SACRIFICIO, SULLA RINUNCIA, ADESSO E’ PRONTA, E’ COLMA, POTRA’ DONARE SE STESSA.
L’ACQUARIO RAPPRESENTA LA LIBERTA’ PIU’ ASSOLUTA DA OGNI ASPETTO MATERIALE.
DI QUI LA SUA TENDENZA AD ISOLARSI, AD ESSERE ANTICONFORMISTA, AD ESSERE ORIGINALE E STRAVAGANTE, A DISTACCARSI, AD ELUDERE IL MONDO.
MA ANCHE AD ESSERE EGOISTA STANTE LA SUA SCARSA CONSIDERAZIONE DEL MONDO.
E TUTTAVIA E’ PERVASO DI CORAGGIO, COSCIENZA E GENEROSITA’.
PROPRIO COME IL SUO FRATELLO LEONE CON IL QUALE INFATTI CONDIVIDE PREGI E DIFETTI. COME QUELLO E’ UN CUORE NEL MONDO ANCHE QUESTO E’ UN CUORE NEI CIELI, E COME QUELLO E’ IL CALORE E LA VITA NEL MONDO QUESTO E’ ALTRETTANTO CALORE E VITA NEI CIELI.

“A TE ACQUARIO AFFIDO IL COMPITO DI UNIRE E DI ACCOMUNARE TUTTE LE ANIME DEL CREATO.
A TALE FINE TI FARO’ UN DONO PREZIOSISSIMO: L’AMORE.
TI RACCOMANDO DI NON VOLGERLO STERILMENTE SOLO A TE STESSO, OVVERO A TUTTI ED A NESSUNO.
TI SARA’ IMPOSSIBILE COMPRENDERE LA NATURA E LE RAGIONI DELLA MATERIA. SICCHE’ TU POSSA MOSTRARE AL MONDO LA LIBERTA’ E L’ORIGINE ASSOLUTAMENTE DIVINA DELL’ANIMA.”


PESCI: 12
mobile, femminile, acqua, nettuno, gradi 330-360(0), 20 febbraio - 21 marzo

E’ LA FANTASIA. E’ L’IMMAGINAZIONE. E’ LA CONFUSIONE.
E’ LA COMPASSIONE. E’ LA BONTA’.
E’ IL MOMENTO PRIMA DELL’ALBA. E’ L’INDEFINITO. E’ LA POSSIBILITA’.
E’ L’AMORE VIVENTE. L’AMORE MESSO IN ATTO.
E’ IL PERDONO.
E’ L’INIZIO E LA FINE. L’ALPHA E L’OMEGA.
E’ QUELLO CHE RIPORTA IL SALTO, LA FRECCIA, LA FEDE DEL SAGITTARIO VERSO SE STESSO, AL SUO CENTRO, OVVERO NEL CUORE. SINTETIZZANDO L’INFINITO ASTRATTO DI QUELLO NELLA VERITA’ REALE E VERITIERA DELL’INDEFINITO IN PERENNE MUTAMENTO.
IL REGNO DELLA PIENEZZA DELL’ACQUARIO ADESSO MUTA E SI TRASFORMA.
QUEL REGNO NON E’ FATTO PER RESTARE FISSO ED IMMOBILE.
L’ACCUMULO DI AMORE DIVENTA INSOSTENIBILE PER L’ACQUARIO SICCHE’ ESSO CAMBIA NATURA.
IL REGNO DELL’ETERNO E STABILE AMORE UNIVERSALE ADESSO DIVENTA VIVO E REALE, ENTRA NEL TEMPO E NEL MONDO TOCCANDOLO, MESCOLANDOVISI, SCORRENDOVI DENTRO ED ANIMANDOLO. DI QUI I PESCI.
QUESTI SARANNO SIMILI ALLA LORO SORELLA VERGINE TUTTAVIA SE NE DIFFERENZIANO PER IL PIANO CUI SI APPLICANO.
SE INFATTI QUELLA SI DEDICA A CIO’ CHE E’ CONCRETO E CHE SI VEDE, QUESTI INVECE SONO DEDITI E PIENI DI PREMURA PER L’ASPETTO IMMATERIALE.
SE QUELLA SELEZIONA CON TENSIONE CIO’ CHE ESISTE NEL MONDO QUESTI, CHE GIUNGONO DAI CIELI, POTENDO CONOSCERE ANCHE DI CIO’ CHE NON SI VEDE, NON CONOSCERANNO NE’ ANSIA NE’ TENSIONE.
ESSI SCORRONO E NON SCARTANO NULLA DI CIO’ CHE SEMBREREBBE ESSERE MALE AGLI OCCHI DEL SOLE(MONDO). E, TRASFIGURANDO OGNI COSA ATTRAVERSO IL PERDONO, TRASFORMANO SECONDO I RITMI DELL’UNIVERSO TUTTO IN BENE.
TALE TRASFORMAZIONE E’ CIO’ CHE CONSENTIRA’ ALL’ARIETE DI RIPARTIRE DACCAPO. NELL’ARIETE SARA’ DEFINITO, PRENDERA’ FORMA E VOLONTA’, CIO’ CHE NEL PESCI E’ ANCORA INDEFINITO.
DA QUI DUNQUE LA TENDENZA DEI PESCI A DIMENTICARSI PERSINO DI SE STESSI E DEI PROPRI DIRETTI INTERESSI. AD ESSERE PREOCCUPATI ED APPRENSIVI. ED A FARE UNA GRAN CONFUSIONE SE NON ADDIRITTURA A NON SAPERE, NE’ VOLERE, NE’ POTERE, PIU’ DISTINGUERE IL BENE DAL MALE.

“A TE, INFINE, PESCI AFFIDO IL COMPITO PIU’ GRAVOSO. DOVRAI ASSUMERTI I DOLORI E LE PENE DEL MONDO E TRASFORMARLE IN BENE. A TAL FINE TI DONO LA CHIAVE DI VOLTA DELLA CREAZIONE INTERA: IL PERDONO.
ESSO SARA’ LA FEDE (SAGITTARIO) APPLICATA AL MONDO. SARA’ PER MEZZO DI ESSO E DI TE CHE CHI VERRA’ DOPO POTRA’ ANDARE AVANTI SEMPRE PIENO DI GIOIA E DI NUOVA FIDUCIA.
PER UN INCARICO COSI’ DECISIVO E SCHIACCIANTE, TU PESCI, SEI L’UNICO A POTERMI CONOSCERE.
NON POTRAI PERO’ COMUNICARMI AD ALCUNO POICHE’ NESSUNO TI CAPIREBBE.”


Torna ai contenuti