Genova Roberta - Galleria Roma Siracusa

Galleria Roma Siracusa
Galleria Roma Siracusa
Vai ai contenuti

Genova Roberta

amici galleria
Roberta Genova è dottore di ricerca in Design, Espressione e Comunicazione Visiva presso la Facoltà di Architettura di Palermo.

Esperta di semiotica e comunicazione, dal 2003 al 2007 ha insegnato Percezione e Comunicazione visiva presso la Facoltà di Scienze della Formazione Primaria di Palermo ed Enna. Negli stessi anni ha lavorato come account executive presso due importanti agenzie di pubblicità ed eventi di Palermo.
Dal 2008 è freelance e alterna l’attività di ricerca scientifica nell’ambito dei musei contemporanei a quella di organizzazione e cura di grandi eventi culturali per adulti e bambini.
Vive tra Palermo, Siracusa e Barcellona.

“la città infinita”, performance di gioco costruttivo.
Gioco consigliato per bambini da 4 a 11 anni.

Ideazione e cura di Mao Fusina e Roberta Genova

21-29 aprile Cavallerizza di Palazzo Sambuca
via Vetriera n. 64 Palermo

La città infinita approda per la prima volta a Palermo: una proposta di gioco innovativa per rilanciare un dialogo collettivo sul tema della città grazie allo speciale contributo dei bambini. Insoliti pezzi di gioco, di tante forme e dimensioni, con fantasia e manualità potranno diventare altro, in un processo di riuso creativo potenzialmente infinito.
L'evento, a cura di Roberta Genova e ideato da Mao Fusina, massimo esperto in Italia sul tema del riciclo e riuso creativo, farà esclusivo uso di materiale di scarto di lavorazione industriale per creare e ricreare paesaggi urbani.

Un’occasione originale di coinvolgimento dei cittadini, dei bambini in primis, alla riprogettazione e riappropriazione degli spazi urbani, in un momento di grande fervore progettuale e di riqualificazione del centro storico cittadino.

Si tratta di una performance partecipata, un lavoro collettivo che vede i bambini (e se lo vorranno anche gli adulti) collaborare insieme alla pianificazione urbanistica della propria città, secondo le aspirazioni e le competenze di ognuno.
In tal senso - il progetto si qualifica come innesco di buone pratiche sociali di coinvolgimento dei cittadini alla trasformazione e riappropriazione del proprio habitat, che vedono sempre più i bambini come protagonisti, partecipanti attivi al cambiamento - afferma Roberta Genova, curatrice dell'evento.

Utilizzando i linguaggi universali della creatività e della manualità, ogni gruppo di partecipanti modellerà la propria città infinita, dando vita ad un progetto unico e irripetibile, dall’identità culturale manifesta e chiaramente riconoscibile.

E in particolare saranno i bambini naturalmente portati a confrontarsi con l’esperienza senza condizionamenti culturali forti, vivendo in modo empatico ed emozionale il loro contatto con gli oggetti e con le trasformazioni di senso che essi stessi saranno in grado di suggerire. I bambini in tal modo diverranno straordinari interpreti e artefici di un linguaggio che produce infiniti usi e significati da un insieme finito di risorse.

La città infinita è un nuovo modo di vivere le cose e incontrare gli altri, una proposta innovativa per progettare insieme un percorso comune, disinteressandosi del risultato finale ma affidandosi alle proprie intuizioni e alle proprie capacità per mettersi in gioco, in un gioco infinito.

Ideazione e cura: Mao Fusina e Roberta Genova
Conduzione: Mao Fusina, Roberta Genova, Alessandra Carollo, Ester Oddo.
Segreteria organizzativa: Paola Anzalone
Consulenza, Relazioni Pubbliche, Fund Raising: Serena Ajovalasit Studio
Ufficio stampa: bquadro eventi e comunicazione
Progetto grafico: Stefano La Rosa

Enti patrocinanti:
Assemblea Regionale Siciliana, Assessorato Regionale della famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro - Dip. Della Famiglia e delle Politiche Sociali; Provincia Regionale di Palermo;
Partner culturali
Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo; Università degli Studi di Palermo; Remida - Centro di Riuso Creativo di Borgo S. Lorenzo; Comune di Borgo San Lorenzo.

Torna ai contenuti