Avolio Carlo - Siracusani

Vai ai contenuti

Menu principale:

Avolio Carlo

Eroi provincia SR
maggiore Carlo Avolio unico siracusano trucidato alle fosse Ardeatine. Carlo Avolio era nato a Siracusa nel 1895 e, dopo aver conseguito la maturità classica presso il Liceo Gargallo, si era arruolato, nell'esercito. Ufficiale pluridecorato della Grande Guerra, durante l'occupazione tedesca di Roma partecipava in maniera attiva alla resistenza con incarichi di tipo organizzativo e militare . Subito dopo la cattura da parte della polizia, comandata da Herbert Kappler, veniva condotto presso il comando tedesco di Via Tasso ove veniva barbaramente torturato, a seguito poi dell'attentato di via Rasella veniva fucilato alla Fosse Ardeatine. Nel 1953 Carlo Avolio, in qualità di partigiano resistente, è stato insignito della medaglia d'argento al valor militare
Carlo Avolio (Siracusa 1895 – Roma 1944) era stato un ufficiale nella I Guerra Mondiale, della quale, con ben quattordici operazioni chirurgiche, portava sul corpo ancora le cicatrici. Fu un attivo partecipante e propagandista del Partito d’Azione durante la Resistenza. Il 28 gennaio 1944 fu arrestato in seguito ad una spiata e incarcerato a via Tasso. Dopo quindici giorni venne trasferito nel Terzo braccio di Regina Coeli. Il 24 marzo venne trucidato alle Fosse Ardeatine all’indomani dell’attentato di via Rasella.





Testo epigrafe
In questa casa abitò
il Maggiore Carlo Avolio
grande mutilato della guerra 1915-18
pluridecorato al valore
che
alle Fosse Ardeatine
ebbe spenta la vita
ma non l’ideale di libertà
I compagni del Partito d’Azione

Carlo Avolio
Siracusa 1895 - Roma 1944
Dove si trova corso Trieste 104 - Roma, RM
Categoria patria e libertà
Segnalato da Sandro Vallocchia

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu