Puzzo Virginio - Siracusani

Vai ai contenuti

Menu principale:

Puzzo Virginio

P-siracusani

60 anni di attività



Virginio Puzzo con l'amico Vittorio Gallo



OMAGGIO ALL'ECLETTICO ARTISTA SIRACUSANO






 



Virginio Puzzo è nato a Siracusa sul Lungomare di Ortigia nel 1944. Fin da piccolo manifesta la sua predisposizione sull'arte, infatti muove i suoi primi passi sul palcoscenico della parrocchia.
Inizia a strimpellare la vecchia chitarra del padre. Agli inizi degli anni Sessanta, giovanissimo, mette su un complessino dal nome "The Meullersi", contemporaneamente viene assunto dalla compagnia teatrale stabile"Teatro Dialettale Siciliano", nel ruolo di attore giovane, interpretando quasi tutti i classici dialettali e proponendosi come scenografo e come autore di colonne sonore.
Nel 1963 è tra i fondatori del "Piccolo Teatro" di Siracusa dove si esibisce nella vecchia aula di Corte d�Assise di Via Gargallo.
Virginio, artista versatile, contemporaneamente partecipa a tantissime manifestazioni di canti popolari presentandoli in tanti paesi d'Europa : Danimarca, Spagna, Francia e Olanda.
Nel 1969, insieme ad un gruppo di artisti siracusani, fonda la "Compagnia Stabile del Teatro Siciliano" diretta da Aldo Formosa. In questo contesto, ricoprendo il doppio ruolo di attore e folk-singer, affina le sue doti interpretative e canore.
Durante una vacanza a Roma viene notato da Gianni Ravera allo �Scoglio di Frisio� noto locale del Trastevere.
Dopo alcun mesi è invitato al Bagaglino di Roma per sostituire i Vianella nello spettacolo di cabaret "Mamma son tanto felice" con Anna Mazzamauro, Pippo Franco e Nello Rivi insieme ai quali presenta gli spettacoli: "Annacord" e "Io sono, tu sei"
Fa parte della compagnia di Gino Pagnani con lo spettacolo "Jena ridens" al Carlino di Roma.
Si esibisce per due anni nel locale cabaret "Il Papagno".
Incide per la RICORDI il suo primo LP riscuotendo ottimi consensi dalla stampa nazionale con i brani: Vitti na Crozza, Tramonto Siciliano, Lu cumbattimentu D�Orlando e Rinaldo, La Lupara, etc....
Dal 1974 partecipa ad importanti programmi televisivi di Rai Uno come "Adesso musica classica, leggera e pop", "Qua la la mano" e "Stellette di Natale".
Sempre alla RAI conduce per circa due anni il programma "Tutto Folk" e cabaret con testi di Castaldo e Faele. E' ospite al Canta Calabria, organizzato dal dott. Minnicelli, in tutte le 22 tappe.
Si classifica al primo posto al "Festival di Capo d'Istria" con la canzone "Se lo sai, rispondi" da lui musicata e cantata da Rosanna Fratello.
Virginio continua il suo lavoro al Teatro Cilea di Napoli, al Brancaccio e al Delle Muse di Roma, alle Piste di Garlasco, a Santa Severa Park a Roma in una esilarante serata di cabaret-folk insieme a Bobby Solo.
Per lo "Zecchino d�Oro" scrive e musica "Il diavolo fa le pentole" e "Mio caro Dio". Incide per la SAMILA il 45 giri "L'amore di Valentino'.
Ha composto le colonne sonore dei film: "Giovinezza non torna", "La mafia trema" e "Progione di donne" per la regia di Giancarlo Maietto, protagonista Marilù Tolo, registrate per la RCA.
Come cantastorie partecipa ad un documentario prodotto da RAI UNO.
Da tanti anni si esibisce con il suo personalissimo piano bar, interpretando canzoni degli anni "40-50-60" e il suo folk è richiestissimo a Cuba.
Ultimo riconoscimento, dal 2008 sono stati inseriti alla University di Boston come materia di studio, dodici brani tratti dal suo Lp "Per le antiche strade di Sicilia", registrato per la "Dischi Ricordiï". E' stato invitato, per una esibizione presso la medesima.
Recentemente ha registrato un CD dal titolo "Canzoni e fasuleddi".
Un vecchio motto di Virginioè L'applauso " la migliore paga"
PREMIAZIONI
-         Premio Eco d'Oro (Hilton di Roma)
-         Premio Marranzano d'Argento (Catania)
-         Premio L'Aquila d'Oro (Civitanova Marche)
-         Premio "Il più giovane folk-singer" (Anicagis)
-         Premio Valentina Bongiorno (Palermo)
-         Premio Carlo Capodieci (Siracusa)
-         Premio "Il Paladino" (Siracusa)





LU COMBATTIMENTU DI ORLANDU E RINALDUVITTI NA CROZZANINNA NANNAINTERVISTAE VUI DURMITI ANCORAAMURI AMURIBIDDUZZAU GILATARU

 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu