Arribas Carlo - Siracusani

Vai ai contenuti

Menu principale:

Arribas Carlo

A-siracusani

Carlo Arribas siracusano "buggariotu" deceduto il 19 Febraio 2014.



Fotografo, ricercatore raccontava con passione la storia di Siracusa attraverso le immagini raccolte e archiviate.
Per anni collaborò alla realizzazione della storica rivista "I SIRACUSANI" della quale fu co-redattore e per la quale scrisse e pubblicò articoli e immagini di rilievo storico;
collaborò attivamente anche alla redazione della rivista "ILLUSTRAZIONE SIRACUSANA" edita da Franca Gianni;
Si inventò genialmente una nuova rivista "MITICA ARETUSA"

http://www.antoniorandazzo.it/memorie/mitica-aretusa-rivista.html
qui la copertina del numero zero
per le altre vedi galleria


Giovanni Raciti
la rivista Mitica Aretusa uscì in soli sei numeri e furono editi in perdita assoluta (neanche le spese ci uscirono) oltre che per i noti motivi commerciali di tiratura e di diffusione, anche perchè in Italia, di cultura se ne mangia poca. Si spendono più volentieri alcuni euro per rotocalchi di gossip contenitori di pubblicità e stupidaggini poco edificanti. Se in quegli anni ci fosse stato il megafono dei forum, molte persone colte qui presenti avrebbero acquistato, invece da ciò che mi risulta pochi numeri della sua rivista e altre simili, venivano apprezzate soprattutto da siracusani "di ritorno", nostalgici, appassionati, nessun turista e pochissimi residenti.
Carlo Arribas li stampò quindi solo per amore e non per lucro.
Questi pochi numeri li portava personalmente presso le edicole di Ortigia sperando che si vendessero tutti.


di Lui hanno scritto:

Paolo Giansiracusa


Dedicato a Carlo Arribas , memoria e passione, amore e orgoglio della nostra Siracusa. Ci hai esortato a raccogliere la memoria, ci hai stimolato a conoscere il passato. Lo hai fatto divertendoti, divertendoci , con amicizia, con coraggio e tanto sentimento. Ciao Carlo, pensaci dal Cielo. Da oggi Siracusa è più povera.

Silvana Micciulla
Grazie prof. Sono parole che rendono felice Carlo perchè provengono da una persona verso cui nutriva una profonda stima e che non si è mai unita al coro degli "angeli" che da vivo ne hanno fatto scempio e che solo adesso si mostrano contriti e dispiaciuti. Nel bene e nel male Carlo è sempre stato Carlo e ha dato a memoria storica tutto se stesso, ha dato alla nostra città la sua fierezza d'esserne figlio

Enrico Piazza:
Scontroso ? Certo !
Burbero? Sicuramente !
Erano i suoi bluff per mascherare la delicatezza dei suoi sentimenti migliori.
Era Carlo Arribas un uomo sedotto dalle meraviglie della sua città, dalle sue storie, tradizioni e personaggi illustri. Credeva fermamente che una città senza memoria fosse una città senza futuro. Per questo non si risparmiò mai nella ricerca della documentazione della storia di Siracusa.

Amava molto Carlo, a dispetto dei suoi atteggiamenti da duro, stare con gli amici, scherzare dispensando la sua arguta ironia, e, come tutte le persone intelligenti, accettando di buon grado di essere oggetto delle altrui battute.

Ma al di sopra della sua città e dei suoi amici Carlo poneva il suo grande amore per la figlia e l’inseparabile moglie. Un destino crudele questa moglie gliel’ha portata via. E lui non l’ha sopportato.

Addio Carlo, adesso il tuo posto è fra quei “Siracusani” le cui gesta raccontasti con rigore storico.

Pietro Piazza
Signori, io non so se lo sapete o se avete taciuto per rispetto, ma il sig. Arribas da ieri non è più tra noi, credo che la dipartita della moglie lo abbia portato rapidamente alla morte, io lo vedevo che non era più lo stesso, ma non pensavo che se ne andasse così velocemente...Aveva un carattere particolare e credo che ognuno di noi una sciarriata con lui se la sia fatta, ma bisogna dargli atto che questa pagina è nata per sua iniziativa ed era un infaticabile raccoglitore ...



 
Torna ai contenuti | Torna al menu