Migliara Giovanni scultore - Siracusani

Vai ai contenuti

Menu principale:

Migliara Giovanni scultore

M-siracusani

http://www.migliara.it/
Giovanni Migliara è nato a Termini Imerese (Palermo) il 19.01.1931. Primogenito di una numerosa famiglia di otto figli, manifesta da bambino la sua passione per il disegno e le arti visive.


 Lo zio, Pietro Bellavilla, lo indirizza come apprendista nella bottega di un artigiano di carri siciliani, il Carradore don Totò Patricola, dove apprende l'arte di intagliatore di carretti. Ha compiuto regolari studi artistici a Palermo, dove ha frequentato l'Istituto Statale d'Arte sotto la guida degli illustri scultori Alessandro Manzo e Alfredo Ragolia.

La sua prima esposizione è del 1948; Migliara espone in una vetrina della sua città natale un pannello in legno rappresentante la Crocifissione. Dal 1955 ha vissuto a Siracusa dove ha insegnato Discipline Plastiche presso il locale Istituto d'Arte.
Giovanni Migliara viene a mancare all'età di 77 anni ______il 4 aprile 2008 a Siracusa.
GIOVANNI MIGLIARA - SCULTORE.
L’infinito ciclo dell’esistenza.
Tra tutte le creature, l’artista è l’essere che sta più vicino a Dio. A chi infatti è stato affidato il compito di rigenerare la materia strappandola dal silenzio delle cave di marmo o dai mucchi inespressivi delle terre colorate ? Giovanni Migliara , nell’arco di luce della sua felice esistenza, è riuscito persino a fare di più e, facendosi testimone di una verità evangelica annunziata da San Marco, ha compiuto ogni azione creativa affinchè “la pietra scartata dai costruttori” diventasse testata d’angolo. Con il fango ed il legno consunto, con il cartone ed il ferro delle discariche urbane, con la materia più umile destinata a marcire o a disgregarsi… ha dato vita a sculture in cui lo scatto dinamico della forma, la profondità dell’espressione, la perizia tecnica , rivelano il suo grande bisogno di restituire ogni sostanza materiale all’infinito ciclo dell’esistenza. Alla stessa maniera con la creta , con la polvere inanimata di tante vite trascorse, ha ridato ritmo ai cavalli, gesto e forma a figure d’ogni genere , equilibrio e armonia a geometrie dell’aria e della luce. Questa mostra dedicata a San Francesco è il documento autentico di una ricerca compiuta all’insegna dell’umiltà, della solidarietà, della preghiera. Giovanni Migliara , nei tratti semplici del santo d’Assisi e nella materia “scartata”, abbandonata, calpestata… con cui ne ha ricostruito l’iconografia, ci offre un segnale di rinascita morale, civile, spirituale. D’altra parte “se il chicco di grano non muore” non può rinascere la vita. E’ l’insegnamento di Gesù, divenuto parola profetica nella recente stagione post moderna basata sul recupero dei valori e sulla difesa degli equilibri del creato.
Prof. Paolo Giansiracusa

http://www.galleriaroma.it/Bonaiuto/Migliara.htm

condivisore della Pop e della Minimal Art

.....,è ritenuto un avanguardista, condivisore anche se inconsapevole della Pop e della Minima! Art..........



Paolo Bonaiuto con l'artista

Diario Doc — Siracusa

Sabato 5 Gennaio 2002

MIGLIARA

geniale scultore atipico

......le imprevedibiii scarti-sculture, che hanno anticipato la Nuova Scultura Britannica ( Woodrow, Kapoor, Cragg), del geniale scultore atipico, Giovanni Migliara, inventore- sognatore per antonomasia, stanno facendo strabuzzare gli amanti d’arte. Per Papa, “sa come dare anima e corpo al caos, come far vibrare le risonanze interiori, come dare forma alle necessità ed alle urgenze del cuore e della....”, Di Pietro invece parla di” universo eclettico”. Secondo Giansiracusa, “ è rivoluzionario per vocazione, ha scelto sempre ciò che è originale, ciò che esprime con obiettività lo spirito del tempo. Ha fatto della sintesi formale e della immediatezza espressiva il suo fortè credo “. Tra gli alunni di Migliara : Giuseppe Pulvirenti, Carmelo Candiano, Mario Daniele, Riccardo Sipala, Cosimo Riccatto Di Leo, Paolo Giansiracusa.





DIARIO DOC - SIRACUSA

SABATO 22 DICEMBRE 2001
MIGLIARA

The Best

.......................Le più recenti mostre : Piazza Umberto 10 ( Floridia, ‘ 01), Antologica (Siracusa, Cripta del Collegio, ‘ 01). Scultore apripista della Minimal, Pop, Traslt Art, ha avuto una poetica visione artistica dei “sublimi rifiuti” grazie all’arte di assemblare, riciclare, incollare, combinare, facendo loro assumere qualità evocative e simboliche: un Poeta della materia, ... che rifugge dalle etichette e non aderisce a raggruppamenti, creando ibridi inquietanti nel suo giardino- Kolimbetra delle meraviglie (isole ed alberi di pietra ) e delle mostruosità (draghi e cavalli imponenti). Il suo brand è quello di Faro- Motore di energie creative, grazie all’intensa e poetica qualità visionaria, al suo tormento ed al suo amore per la ricerca dell’ anima degli oggetti, magari scarti senza valore, elevati ad Arte, trasportando lo spettatore in un” altrove” facendogli compiere una specie di viaggio nentale immaginario.

Primo — Siracusa
Sabato 2 Dicembre 2000

MIGLIARA

scultore” costruttivista”


Giovanni Migliara, nato a Termini Imerese( Pa ) il 19 Gennaio 1931 ,è un siracusano adottivo, in quanto vive da quasi 50 anni a Siracusa. Tiene bottega d’arte in una vecchia e polverosa stamberga, in una viuzza intitolata a un celebre ceroplasta, Via Gaetano Zummo, vicino Piazza San Giuseppe nel cuore di Ortigia.

......frequenta la Scuola d’Arte( Palermo), allievo degli scultori A. Manzo e A. Ragolia, successivamente insegna discipline plastiche all’ISA di Siracusa, presso l’antico Monastero del Ritiro in Via Mirabella, città dove, ancora oggi, pensionato vive e dove nel 1993 è stato nominato Cavaliere al merito. Artista solitario per vocazione, il nostro Giovanni ha esposto, nel corso della sua ultracinquantennale pratica scultorea, sia in Italia che anche all’estero( Francia, Danimarca, Lussemburgo, Canada).

La sua prima mostra Collettiva è a Palazzo Municipale di Enna (‘ 50), dove riceve anche il 1~ Premio per la scultura, last exibition 1°Artforum( Cripta del Collegio, Sr, ‘00). Mostre Personali a Cefalù — Palermo (‘ 70) ed a Siracusa (Palazzo Beneventano, ‘ 95, ‘ 97)

Ulteriori mostre degne di menzione: Mostra delle attività economiche siciliane (Roma, ‘ 50), FIAC (Paris, ‘51, ‘55), Mostra d’ Arte Sacra (CL, ‘52), 20 Premio Mostra Reg. (Enna, ‘54, ‘55), Segnalazione ad Incontri della Gioventù (Palermo, ‘55 - Roma, ‘56), Mostra d’arte ( Sr, ‘56), Mostra CISL( Sr, ‘57), 20 Sindacale(Sr, ‘59), 60 Sindacale(Ct, ‘61), Rassegna (Sr, ‘62), 1~ Mostra Beato A. Novelli(T. Imerese, ‘62), Premio Chiodo d’oro (Pa, ‘64), 10 Mostra d’arte (Pachino, ‘64), Biennale( Bolzano, ~67),1o Premio alla Mostra d’Arte sacra (Sr, ‘68), 10 Premio Guido Casciaro(Messina, ‘68), 70 Premio al Concorso nazionale(Rimini, ‘68), Premio Sulmona (Sulmona, ‘68, ‘69) , 3~ Premio al Concorso (Perugia,’68), Rassegna d’ arte (5. Nicolò, Sr, ‘69, ‘70), Premio Marino Mazzacurati (Alba Adriatica - Teramo, ‘70), Premio Monte Moro (Genova, ‘70), 10 Premio Colonnina d’ oro ( CT, ‘70), 20 Acino d’oro (Pachino,’73), 1° Premio alla 10 Triennale d’arte sacra ( Monreale - PA, ‘75), GaIl. Quadriga (Sr, ‘76), Premio Comiso( ‘74, ‘77), Mostra reg.le(Messina, ‘78), Mostra d’arte (Avola,’79), M.I. Mail Art( Padova, ‘80), La Nuova creatività (Sr, ‘86), 10 mostra d’arte sacra( Pozzallo, ‘88), Palazzo Bellomo ( Sr, ‘88), Chiesa Santa Lucia al Sepolcro (Sr, ‘90), Un museo di sculture(Bronte, ‘90), 30 Biennale Arte sacra (Sr, ‘93), Premio alla carriera( Accademia BB.AA., Sr, ‘96), Rassegna d’arte ( Sr, ‘96), Galleria Quadrofoglio(Sr, ‘99), Migliara-Raeli, Riapre la Latomia dei Cappuccini (Sr, ‘99). La sua scultorea libertà espressiva sviluppa da tempo temi legati alla cultura sacro — religiosa : la sua figura preferita è S. Francesco!



Aloisio Lo titola” scultore cangiante” , molto meglio e più appropriatamente Lo etichetta” scultore di cavalli imponenti “ il critico d’ arte, P. Giansiracusa. Creazioni della sua accesa fantasia ( ritratti, stele commemorative, busti, sculture decorative, altorilievi, isole, cavalli, draghi, colombe, alberi e giardini di pietra) ritmano un’ avventura espositiva quasi sessantennale, sottolineata da opere che si trovano presso il Santuario di S. Sebastiano (Via Crucis in legno) a MelilIi, il Parco del Museo Archeologico (Archimede) di Villa Landolina a SR, l’altare maggiore della Cappella della Madonna di Pompei(una grande croce ed un cenacolo) a SR, il Castello Nelson ( pietra lavica ) a Bronte(CT), il Lions Club (busto di Vittorini) di Siracusa, il Palazzo Municipale(busto dell’On. Intrigliolo) di Francofonte, la GAM(Palermo), la Chiesa dell’ Assunta(Marina di Modica). E’ bene inoltre sapere che il famoso Giovanni Migliara (1785- 1837) non ha alcun vincolo di parentela con il nostro big short man Giovanni, palermitano di nascita, siracusano di adozione, scultore che mi permetto definire “costruttivista” (per il rapporto che sa instaurare con chi guarda ed osserva), e” bucolico” per i suoi alberi di pietra con riferimenti all’Arte Natura, ma soprattutto antesignano assemblatore e precursore deI riciclaggio di materiali poveri, di scarto : la sua Arte non è però da confondere con l’Arte Povera (Kounellis, Pistoletto, Beuys.....).




Primo — Siracusa

Venerdi 28 Maggio 1999

MIGLIARA, scultore “pioniere”

..primogenito di otto figli, sin da piccolo manifesta una passione particolare per tutto ciò che sollecita la sua fantasia: il disegno, la pittura e la scultura. I genitori ed in particolare, uno zio, Pietro Bellavilla, Lo mandano a bottega come apprendista presso un intagliatore di carretti siciliani, Don Totò Patricola, carradore in Termini Imerese ( Pa).

Le parti che più Gli piaceva intagliare erano “le chiavi “ ,in cui con la sgorbia esprimeva tutto il suo amore per le battaglie di cavalieri medievali. La sua prima esposizione è un pannello in legno rappresentante la Crocifissione, esposto in una vetrina (Termini Imerese, ‘ 48).

....Per Giansiracusa, “nei suoi incastri lignei nelle sue pietre levigate daI tempo, nei suoi cartoni riciclati, c'è tutta l’awentura dell’arte contemporanea..... Secondio Mormino, è proprio” questo connubio fra certezza e poesia che fa di Migliara un pioniere nella fusione di materie antiche (legno e ferro ) con materiali da poco entrati nella vita di tutti i giorni (plastica).

Per Cappuzzo, “ dallo spazio totale si passa allo spazio esistenziale....., verso un’ architettura di spazi” , Entità parla di “riuscitissima opera del Migliara...”, e Corrieri di “equilibrio tra pieni e vuoti...” , per Terranova, “tratta i piani con dolcezza e vigore” , Agnello trova nelle opere “invenzione e continuità”. Carbone parla di “scultore- montatore” , e, per Piscopo, “ opera alle sue sculture con la padronanza di chi è certo di poter asservire la materia alle proprie esigenze culturali” , mentre altresì Regini scrive di “perni lignei, che si autocostruiscono spazialmente come I pezzi di un fantastico Meccano”, e Tuccitto elogia la sua “scultura ecologica” Sua prima” vera” mostra Personale a Palazzo Beneventano ( Sr, ‘95,’ 97).



Diario Doc — Siracusa

Sabato 5 Giugno 1999




MIGLIARA

scultore di cavalli imponenti

...Lungo tutta la sua, estremamente originale, cinquantennale scultorea capacità espressiva, il vulcanico talento di G. Migliara, condividendo il Poverismo ed il Minimalismo, ha raggiunto livelli meritevoli di palcoscenici nazionali ed internaz. li, quali ad esempio il Giappone e gli USA, che saprebbero certamente ben comprendere la sua solare ed elegante essenzialità!



Primo Siracusa

Sabato 20 Gennaio 2001

MIGLIARA

l’antesignano

Fulcro agitatore dell'avanguardismo aretuseo.............................., antesignano avanguardista, condivìsore, inconsapevole, della Pop e della Minitnal Art, perché “ha messo le mani” ma solo per ispirare la sua poesia, su cose mai usate da altri artisti ..........



Diario Doc - Siracusa

Sabato 3 Febbraio 2001

MIGLIARA

l’avanguardista dai” sublimi rifiuti”

Un estroso e geniale talento artistico, Giovanni Miglia ra, è stato, per tantissimi giovani siracusani, grazie alla sua demiurgica sapienza costruttiva ed alla sua personalità vulcanica, un primario punto di riferimento per le arti visive locali. E’ stato uno” scultore pioniere “(anni ‘60), ha recuperato gli scarti più disparati, come i ferri ed i legni non più utilizzati( ulivo, carrubo, noce, rovere, tiglio, quercia, frassino, abete, faggio), assemblandoli ed abbinandoli con la plastica, il gesso, l’argilla, la pietra lavica, la pietra srenaria dura, ingranaggi, tubi e rifiuti industriali : lo chiamavano “u pazzu” per i suoi strani collages di materiali recuperati, financo lavabiøncherie, alla stessa stregua dei collages di oggetti destinati alla spazzatura di Braque e Picasso. ......Con Salvo Monica, Giovanni Migliara forma una delle due famose Emme, che niagnificano, oltre a Poidimani, Pulvlrenti, Scirpa e Lauretta, quanto di veramente artistico ha espresso il Novecento scultoréo aretuseo. Noi, sottili chiosatori d’arte, Lo riteniamo il fulcro agitatore deli’avanguardismo a......... ......... Diario Doc - Siracusa Sabato 3 Novembre 2001 MIGLIÀRA, scultore” francescano” Scultore “ francescano” del Novecento nascosto siciliano Grazie, illuminato Maestro, costruttore povero per eccellenza, per averci “scolpito” a sommi capi il tuo personale excursus artistico nell’avventura della materia. Paolo Bonaiuto

Recentemente a Giovanni Migliara,assieme al pittore Angelo Cassia, è stato attribuito il Premio Internazionale Paladino 2005 per l'arte .



Mostra degna di menzione : Artisti Siciliani del '900 (Bronte,'07).

Amico di vecchia data del pittore siracusano Angelo Cassia,Giovanni Migliara
è morto,alle prime luci dell'alba,di Venerdì 4 Aprile 2008,all'età di 77 anni compiuti . Sue opere sono visibili presso :
-Pinacoteca di Bronte(CT).
-GAM di Palermo.
-Parco del Museo Archeologico(Archimede) di Villa Landolina a Siracusa.
-l'Altare Maggiore della Cappella della Madonna di Pompei di Siracusa.
-Lions Club di Siracusa.
-Santuario di S. Sebastiano di Melilli.
-Castello Nelson di Bronte.
-Palazzo Municipale di Francofonte.
-Chiesa dell'Assunta di Marina di Modica.
Suoi alunni : Carmelo Candiano,Giuseppe Pulvirenti,Cosimo Riccatto Di Leo,
Mario Daniele.
















Giovanni Migliara mostra su San Francesco 30 novembre 2013
GIOVANNI MIGLIARA SCULTORE siracusano di adozione
servizio tv mostra su SAN FRANCESCO dello Scultore Giovanni Migliara.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu